CONSIGLIO PROVINCIALE TRENTO

"A tu per tu“ con con Roberto Paccher - Consigliere provinciale Lega

Focus su vitalizi

Patrizia De Blanck è stata adottata dal Guillermo De Blanck y Menocal, che sposò sua madre Lloyd Dario, ma il suo padre naturale era il gerarca fascista Asvero Gravelli, che a sua volta era nato da una relazione di Benito Mussolini con la madre, moglie del tipografo di Predappio. Lo scoop OGGI lo fece nel 2005, pubblicando un memoriale della stessa De Blanck, ma è tornato d’attualità ora che la contessa è concorrente del «Grande Fratello Vip».

Come racconta OGGI in edicola domani, Guillermo De Blanck, ambasciatore di Cuba in Italia, non produsse mai documenti sufficienti a dimostrare il titolo di conte, ma la De Blanck, se riconosciuta dal suo vero padre, avrebbe potuto ereditare il titolo di principessa. Gravelli, giornalista, scrittore, legionario con Gabriele D’Annunzio, volontario in Etiopia e medaglia d’argento nella guerra di Spagna, fu infatti insignito del titolo di principe da Mussolini. Ma, come aveva raccontato la contessa a OGGI, con la caduta del Fascismo, la madre di Patrizia aveva preferito separare il suo destino da quello del gerarca.

 

”OG039P001[1
[4]”]