LA SORELLA DI MASSIMO BOSSETTI SU «OGGI»: «VOGLIO CAMBIARE COGNOME»
«Presto cambierò cognome, dopo quello che è successo è straziante portarlo, un macigno», annuncia Laura Bossetti, la sorella gemella di Massimo Bossetti, condannato all’ergastolo per l’omicidio di Yara Gambirasio, in un’intervista da domani in edicola sul settimanale OGGI, che giovedì verrà anche trasmessa su Telelombardia nella trasmissione «Iceberg». E racconta che da tre anni non vede più il fratello, che le nega il permesso di fargli visita in carcere: «Gli ho chiesto scusa per aver detto in passato che papà e mamma sono morti di dispiacere per il dolore di avere un figlio in carcere. Ho sbagliato, comunque è la verità», spiega Laura Bossetti. «Ora Massimo ha sua moglie Marita e sta bene così. Io gli auguro tutto il bene possibile. È stata una tragedia e solo chi è dentro sa cosa si prova e cosa si passa. Ho raggiunto la mia tranquillità ed è per questo che ho deciso di lasciarmi il passato alle spalle e cambiare cognome».

AMANDA LEAR SU «OGGI»: «HO LASCIATO DAVID BOWIE PERCHÉ SI TRUCCAVA PIU’ DI ME»
«Siamo stati fidanzati per un periodo, è stato lui a convincermi a cantare, io facevo solo la modella e mai avrei pensato con una voce come la mia di poter fare la cantante», racconta Amanda Lear al settimanale OGGI, in edicola da domani. «Ci siamo lasciati perché lui si truccava più di me. Ma la cosa più grave è che non si struccava: tutte le mattine trovavo la Sacra Sindone sul cuscino». Ma non è l’unica rivelazione di Amanda, che raccontandosi a Giovanni Ciacci sotto forma di alfabeto, dalla A alla Z, parla anche di sé e tante altre celebrità, da Trump («Ivana mi ha confessato che lui adorava fare l’amore con in sottofondo una mia canzone») a Federico Fellini («Mi vedeva troppo magra, voleva che ingrassassi a forza di piatti di pasta»).

 

OG040P001