VIDEONEWS & sponsored

(in )

SETTIMANALE “ OGGI “ * IN EDICOLA IL 28/01 « BOSSETTI DOPO LA SENTENZA DELLA CASSAZIONE SUI REPERTI / L’INTERVISTA CHOC DI BRIGITTE BARDOT / SMARTPHONE VIETATI AI MINORI DI 14 ANNI »

IL SETTIMANALE «OGGI»/ BOSSETTI DOPO LA SENTENZA DELLA CASSAZIONE SUI REPERTI: «FINALMENTE POTRO’ DIMOSTRARE LA MIA INNOCENZA»

«Non ho ucciso Yara, finalmente qualcuno mi ha ascoltato e potrò dimostrare che non sono un assassino». Questa la reazione di Massimo Bossetti alla sentenza della Cassazione che consente ai suoi difensori e consulenti l’accesso ai reperti dell’inchiesta sull’omicidio di Yara Gambirasio. Lo rivela il settimanale OGGI, da domani in edicola, in un articolo che analizza le motivazioni della sentenza, molto dura per inquirenti e giudici di Bergamo che avevano sempre impedito di accedere ai corpi di reato e al loro riesame, primo passo per una possibile revisione del processo.

«OGGI»/ L’INTERVISTA CHOC DI BRIGITTE BARDOT: «IL COVID È UNA COSA BUONA, SULLA TERRA SIAMO TROPPI»

Il settimanale OGGI, in edicola da domani, pubblica un’intervista rilasciata da Brigitte Bardot in occasione della riedizione della sua autobiografia del 1973. E l’attrice-mito non nasconde le sue opinioni sull’attualità. Dai migranti («Io sono per un governo autoritario, capace di mettere ordine nel casino in cui viviamo. Quando penso che il governo francese lascia al margine dei poveri cittadini che lavorano duro e che ottengono meno aiuti di tutti questi migranti che ci assalgono, mi fa orrore») alle condanne subite per incitamento all’odio razziale: «Me ne frego, mi condannino di nuovo. Mi costerà? Non mi interessa. Se non avrò i soldi per pagare i danni, andrò in prigione. Sarebbe divertente».
Fino al Covid: «Temo che il Covid e le altre epidemie che si stanno annunciando ristabiliranno dolorosamente un nuovo ordine. Quando quei 5 miliardi di persone di troppo su questa Terra saranno scomparsi, la natura riprenderà i suoi diritti. Mi chiede se questo virus è una buona cosa? Sì, è una specie di autoregolamentazione di una sovrappopolazione che noi non siamo in grado di controllare».
Alla domanda su come lei si protegga risponde: «Non ne ho bisogno, non vedo nessuno. Non saranno le capre a contagiarmi».

SMARTPHONE VIETATI AI MINORI DI 14 ANNI/ANDREA CANGINI, PROMOTORE DELLA LEGGE, A «OGGI»: «È NECESSARIO»

Andrea Cangini, capogruppo di Forza Italia in commissione Istruzione del Senato, su OGGI in edicola domani spiega perché ha presentato disegni di legge per: vietare la vendita di smartphone ai minori di 14 anni; rendere obbligatoria per i minori di 18 anni l’installazione sul proprio smartphone di una app che certifichi le ore d’uso e inibisca l’accesso ai siti vietati; condizionare la possibilità di iscriversi a un social alla verifica di un documento di identità; inibire l’accesso dei telefonini nelle classi.
«Non è bello ma necessario», scrive. «Parliamo di minori, spesso di bambini. Gli vietiamo di guidare, di bere alcol, di fumare sigarette, di accedere alla pornografia, di viaggiare da soli perché ancora immaturi per farlo senza rischi. Non ci rendiamo conto che lasciarli liberi di circolare nelle piazze virtuali del Web comporta rischi maggiori».

 

[pdf-embedder url=”https://www.agenziagiornalisticaopinione.it/wp-content/uploads/2021/01/OG005P001.pdf”]