News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

SETTIMANALE OGGI * ANDREA CARDELLA, FIGLIO ADOTTIVO DI CARLO E MARINA RIPA DI MEANA: ” IL CRUCCIO DELL’ONOREVOLE? NON AVER CAPITO CHE LEI STAVA MALE “

Scritto da
11.52 - mercoledì 07 marzo 2018

Dopo la scomparsa, appena 56 giorni dopo la moglie, di Carlo Ripa di Meana, parla a Oggi il figlio adottivo Andrea Cardella, che ha sempre chiamato Carlo, con rispetto e dandogli del lei, «l’onorevole»: «L’onorevole ha trascorso le settimane lacerato da un grande cruccio. “Come ho fatto a non capire che Marina stava così male?”, ripeteva. “Marina non voleva che lei sapesse, che lei soffrisse”, gli spiegavo».

E aggiunge: «Speravo di avere più tempo da trascorrere con mio padre. Lo spronavo: “Onorevole, si rimetta presto e ritorni a casa: ho bisogno del suo aiuto per organizzare il trasloco”. Si era infatti deciso di lasciare la grande casa di via Ovidio a Prati, dove è morta Marina, per trasferirsi in un appartamento più piccolo, ma luminosissimo in via Gorizia, quartiere Trieste… Era speranzoso e non vedeva l’ora di iniziare questo nuovo capitolo della sua vita, il capitolo di padre e figlio.

Ma con Marina sempre nel cuore e nella mente. Aveva chiesto all’architetto Aldo Ponis di preparare una gigantografia da una foto di Marina coi pattini, un’immagine che tenevano incorniciata vicino al tavolo da pranzo. La voleva a grandezza naturale, per immaginarla sempre vicino a sé».

 

 

[pdf-embedder url=”https://www.agenziagiornalisticaopinione.it/wp-content/uploads/2018/03/Cover-OGGI-10.pdf” title=”Cover OGGI 10″]
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.