News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

SETTIMANALE “ GRAZIA “ * MIRIAM LEONE: « PENSAVO CHE LA VITA DOVESSE ESSERE UNA GIRANDOLA DI EMOZIONI FORTI, INVECE ADESSO APPREZZO LA DOLCEZZA »

Scritto da
17.42 - mercoledì 17 giugno 2020

Miriam Leone, 35 anni, si confida in un’intervista a Grazia nel numero speciale Riaccendiamo i desideri, in edicola questa settimana, che svela, attraverso un’inchiesta esclusiva, che cosa sognano e quali sono oggi le ambizioni degli italiani dopo mesi di lockdown.

Il magazine diretto da Silvia Grilli racconta che l’attrice siciliana ha passato la quarantena a riflettere sulle proprie ambizioni e sulla possibilità di una vita dai ritmi differenti: «Sono in un momento di grande accettazione, mi voglio più bene del solito. In passato ho snobbato la serenità, pensavo sempre che la vita dovesse essere una girandola di emozioni forti, invece adesso apprezzo la dolcezza».

Dopo essere diventata Miss Italia nel 2008, Miriam ha fatto televisione come conduttrice di programmi, ma non è stata felice fino a quando non è riuscita a recitare: «La tv in diretta mi ha insegnato la puntualità e a fingere di stare bene anche se hai la febbre. Ma non era un ambiente adatto a me, così ho scelto di andarmene senza sapere con quali esiti» – spiega l’attrice – «Lì per lì tutti mi sconsigliarono di farlo e, dal punto di vista economico, fu una scelta irrazionale. Ma decisi che avrei fatto come volevo. Alla peggio avrei sbagliato da sola». A Grazia, l’ex Miss Italia racconta anche quanto conta la popolarità: «Conta, perché noi attori senza pubblico che faremmo? Chiusi a declamare nelle nostre camerette? Quando facevo la tv del mattino mi piaceva da pazzi incontrare la gente per strada, le signore al mercato e chiacchierare con loro. Oggi cerco di tenere sempre vivo il contatto attraverso i social».

Sulle pagine del magazine Miriam parla della notizia secondo cui si era sposata con il suo fidanzato, il musicista Paolo Cerullo: «L’ho letto anch’io e ho smentito. E lo hanno letto tutti i miei amici e parenti. Ho ricevuto una valanga di telefonate di gente offesa perché non era stata né invitata né informata. In particolare ci sono rimaste male le zie in Sicilia: mi tengono pronto il corredo da anni». E a Grazia svela: «Spiace deludere, niente nozze. Però confermo che la persona c’è».
Ma si infastidisce che si parli della sua vita privata? «Vorrei che si parlasse solo del mio lavoro ma ho capito che non sempre è possibile, quindi immagino che stiano parlando di un ologramma che non sono io. A volte, in questi anni, qualcuno ha scritto cose negative su di me, avrei voluto reagire ma poi non l’ho mai fatto, anzi. La gentilezza verso chi vorrebbe ferirti è un’arma più potente. Nel caso di questo non-matrimonio ho dovuto rispondere per forza», confida al magazine.

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.