La lettera sottoscritta da 6 associazioni ambientaliste riconosciute dallo Stato, indirizzata al ministro dell’ambiente del tema del collegamento da Monte Croce a Padola (Comelico).

Come si evidenzia.

la lettera è firmata da 6 associazioni

la lettera recepisce le istanze dello sviluppo della popolazione e del territorio del Comelico, auspicando un intervento più complessivo che fornisca risposte durature nel tempo e alle diverse filiere: turismo, agricoltura, cultura, selvicoltura, mobilità, qualità;

La lettera è un deciso appello alla difesa strenua delle Sovrintendenze ai Beni culturali e naturali: questa struttura tanto vilipesa è l’ultimo argine in possesso ai cittadini nella difesa dei beni comuni, primo fra tutti la bellezza;

La lettera sottolinea la necessità di rendere inviolabili da infrastrutture le aree di Rete Natura 2000 (ZPS e ZSC) e il bene Dolomiti patrimonio naturale dell’UNESCO;

La lettera è un invito, un ultimo appello rivolto alle pubbliche amministrazioni locali, di intraprendere un nuovo modello di sviluppo, connesso alle emergenze sollevate dai cambiamenti climatici e dalle innovazioni tecnologiche ormai diffuse ovunque, anche in montagna.

La lettera è documento ufficiale del Consiglio direttivo di Mountain Wilderness Italia.

 

Definitivo.Lettera.Comelico.MiBAC