VIDEONEWS & sponsored

(in )

SANITÀ TRENTINA: CIVETTINI, CARENZA MEDICI BASE CORTOCIRCUITO PREVISTO DA 18 ANNI?

(Fonte: Claudio Civettini) – Interrogazione Sanità trentina e carenza di medici di base. Cortocircuito previsto e segnalato già da 18 anni? Disinteresse politico del centrosinistra che ha ignorato i segnali? Come si intende ora rimediare a inauditi ritardi nella programmazione dei ritardi?

«Chi è causa del suo mal pianga se stesso recita un noto proverbio che sostanzialmente invita chi è corresponsabile o responsabile dei propri errori a prendersela esclusivamente con sé stesso. Un monito che pare quanto mai opportuno rivolgere a chi gestisce la sanità trentina dal
momento che una quota significativa delle sue mancanze attuali pare ampiamente prevista – qui sta il punto – proprio da sé stessa. E, quel che è peggio e più singolare, addirittura da decenni.

Il riferimento, qui, è a un’indagine statistica datata 1999 che l’Ordine dei Medici, 18 anni fa, aveva prima realizzato avvalendosi degli albi, dell’Azienda sanitaria, dell’Inps e di altri enti professionali e poi consegnato all’allora Assessore alla sanità; un lavoro con il quale, con quasi 20 anni di anticipo rispetto agli scenari attuali, si segnalava l’emergere di un problema di organico derivato dal fatto che entro poco più di un ventennio da allora una percentuale importante dei medici avrebbe raggiunto l’età pensionabile lasciando un vuoto da colmare.

Tanto che, l’allora presidente dell’Ordine, oggi segnala come quel documento volesse esplicitamente essere un monito per arginare per tempo quelle che sono problematiche quanto mai attuali.

Un monito, a quanto è parso di capire, caduto totalmente nel dimenticatoio. Ragion per cui, anche se le responsabilità delle Amministrazioni provinciali passate non possono certamente – e semplicisticamente – essere ascritta all’attuale, pare comunque doveroso un atto ispettivo finalizzato a far luce su come, quanto sin qui detto, sia stato possibile, con un evidente danno a tutto il comparto sanitario trentino.

 

Tutto ciò premesso il sottoscritto Consigliere interroga Il Presidente della Giunta provinciale e l’Assessore provinciale competente per sapere:

• Se corrisponda al vero quanto riferito in premessa circa un’indagine statistica datata 1999 che l’Ordine dei Medici, 18 anni fa, aveva prima realizzando avvalendosi degli albi, dell’Azienda sanitaria, dell’INPS e con la quale, con quasi 20 anni di anticipo rispetto agli scenari attuali, si segnalava l’emergere di un problema di organico derivato dal fatto che entro poco più di un ventennio da allora una percentuale importante dei medici avrebbe raggiunto l’età pensionabile lasciando un vuoto da colmare;

• Se corrisponda al vero che, quelle segnalate in detta indagine, sono problematiche oggi estremamente attuali;

• Quali, in caso affermativo rispetto a quesito precedente, le ragion per cui si è così prolungatamente ignorato il contenuto dei quel rapporto, fino ad aspettare che le previsioni in esso contenuto divenissero tristemente attuali;

• Quali, per quanto di conoscenza dell’Amministrazione, le responsabilità quanto meno politiche dell’accantonamento di quel documento;

• Se l’Amministrazione provinciale ritiene di attivarsi oggi prendendo spunto anche dalle proposte dell’indagine statistica in questione;

• Entro quali termini e secondo quali modalità intenda attivarsi in proposito ma soprattutto, quali siano ora le strategie per dare soluzioni ai ricambi generazionali in atto nel comparto specifico.

A norma di regolamento si richiede risposta scritta.

 

 

 

*

Cons. Claudio Civettini

 

 

 

Foto: archivio Pat