VIDEONEWS & sponsored

(in )

RTL 102.5 * SBOARINA – SINDACO DI VERONA: « IL 31 AGOSTO ALL’ARENA CON IL POWER HITS ESTATE PUNTIAMO A FARE UN FANTASTICO EVENTO SOLD OUT E COVID FREE »

Federico Sboarina e Lucia Borgonzoni ospiti in diretta su RTL 102.5:

“Il 31 agosto all’Arena con il Power Hits Estate puntiamo a fare un fantastico evento sold out e covid free”.

Il sindaco di Verona Federico Sboarina e il sottosegretario alla cultura Lucia Borgonzoni sono stati ospiti questa mattina in diretta su RTL 102.5 nel programma Non Stop News condotto da Giusi Legrenzi ed Enrico Galletti.

Il sindaco Sboarina ha raccontato il lavoro sui protocolli di sicurezza e la situazione circa la capienza dell’Arena anche in vista del Power Hits Estate il 31 agosto: “Noi stiamo lavorando da mesi e abbiamo raggiunto già un obiettivo con la prima deroga in Italia con l’apertura dell’Arena il 5 giugno con 6.000 posti, ma in assoluta sicurezza, stiamo un puntando con il Power Hits Estate il 31 agosto a fare un evento Covid-free, stiamo lavorando con Lucia Borgonzoni per fare una sperimentazione e sono sicuro riusciremo a fare un sold out, e spero davvero di portarlo a casa in fretta”. “Quando siamo partiti l’Arena doveva teoricamente riaprire con 500 persone, ma grazie anche al Governatore Zaia che capisce e ritiene che la cultura debba ripartire e i numeri debbano essere anche sostenibili per gli eventi, perché oltre alla tristezza di un’Arena e un teatro vuoto c’è poi un problema di sostenibilità economica per tutte le persone coinvolte”. Così il sottosegretario alla cultura Lucia Borgonzoni spiega la necessità di tornare a fare eventi.

“Noi andremo avanti partendo dal punto di vista della sicurezza – continua Lucia Borgonzoni -, tutte le proposte hanno una base di protocolli enormi e lavoreremo per poter avere il pienone sull’evento del Power Hits il 31 agosto, credo che sia giusto, il Paese deve ripartire perché se non ripartono la cultura e la musica, non riparte il Paese”.

I segnali di ripresa a Verona

Il sindaco Sboarina parla dei segnali di ripresa di Verona: “Innanzitutto il piano vaccinale grazie a Zaia, sta andando benissimo, ed è molto veloce, inoltre la città comincia a rianimarsi, avevamo già pianificato una serie di eventi per farci trovare pronti e poi da giugno alla fine dell’estate ce ne saranno molti”. “Si ricomincia piano piano rispetto ai numeri a cui eravamo abituati, ma ci sono ottimi segnali”.

Lucia Borgonzoni sottolinea come sia importante ripartire per la cultura e per la musica: “Sono stati chiusi tantissimi luoghi della cultura senza basi scientifiche, ma sulla base che questi posti fossero rischiosi, come per i teatri, noi abbiamo dati che indicano che i teatri erano luoghi sicuri, quindi è un segnale molto importante che l’Arena possa riaprire con 6.000 persone, ma vediamo adesso di fare un bell’evento il 31 agosto aperto a tutti. Iniziamo a lavorare per declinare il modello che è stato fatto con 6.000 persone per tutta l’Arena piena e andando incontro ad una situazione che sta migliorando grazie ai vaccini”.

“La ripartenza è davanti a noi, c’è poi la questione legata al turismo su cui sta lavorando il Ministro del Turismo per allargare il green pass che vada oltre quelli europei. Penso che questa estate gli italiani andranno alla scoperta delle bellezze del nostro Paese, così pensiamo che questa disgrazia ci aiuti a riscoprire le cose belle dell’Italia. Dopo il sì all’Arena io sono stata riempita al Ministero da protocolli di altre arene e discoteche, che stanno cercando in tutti i modi di fare sperimentazioni per dimostrare che anche loro possono riaprire in sicurezza”.

“Io credo che riusciremo il 31 a fare un fantastico evento con tutte le persone che si emozionano una accanto all’altra, ne abbiamo bisogno tutti“. Così conclude il suo intervento il sottosegretario alla cultura Borgonzoni.