VIDEONEWS & sponsored

(in )

ROVIM SRL * AREA EX MARANGONI – ROVERETO (TN): HAGER E SIGNORETTI, « SIAMO ARRIVATI IN CIMA, AL NONO PIANO DELL’EDIFICIO IN LEGNO PIÙ ALTO IN ITALIA »

Rigenerazione Area Ex Marangoni Meccanica: Siamo arrivati in Alto! Principali passi.

Aprile 2017 acquisizione dell’area da parte di ROVIM srl.

Maggio 2018 approvazione all’unanimità del Piano di Lottizzazione da parte del Consiglio Comunale di Rovereto.

Settembre 2018 avvio lavori di demolizione dello stabilimento abbandonato Settembre 2020 raggiungimento del nono piano dell’edificio più alto d’Italia I Trimestre 2021 ultimazione delle opere e consegna alla città

Heinz Peter Hager e Paolo Signoretti, proprietari dell’area, esprimono soddisfazione per il risultato ad oggi raggiunto” Siamo arrivati in cima, al nono piano dell’edificio in legno più alto in Italia e questo risultato è il frutto dell’ottimo rapporto che si è creato tra la comunità, l’Amministrazione locale e noi. Siamo convinti della scelta ad investire nella città di Rovereto e nemmeno la pandemia ci ha fermato, con la giusta attenzione siamo riusciti a lavorare in sicurezza e le opere hanno potuto procedere secondo i tempi previsti”

L’affidabilità della Giunta, la competenza dei tecnici comunali, il percorso inclusivo realizzato con la cittadinanza, le chiavi di successo per questo progetto di rigenerazione urbana.
Il suo completamento consegnerà ai cittadini un ampio parco pubblico ed un parco giochi di oltre 5000 mq, una nuova pista ciclopedonale e nuovi marciapiedi che permetteranno di ricucire questo quartiere con il resto della città, in maniera sostenibile e sicura, una stazione di bike sharing, l’istallazione di colonnine per la ricarica elettrica, un nuovo campo da calcio, che proprio in questi giorni ha ricevuto l’omologazione da parte del Coni.

Investire sulla coesione sociale, quale fattore di crescita e sviluppo significa anche sostenere le iniziative dedicate alle giovani generazioni. Lo sport, come la cultura sono strumenti fondamentali, che vanno incoraggiati e sostenuti. Il parco avrà al suo interno anche un’opera artistica realizzata da una eccellenza di questo territorio, il Liceo Artistico A. Vittoria, i cui studenti avevano già realizzato i pannelli pittorici che ora arredano la recinzione di cantiere dell’area.

L’attenzione al territorio si è poi concretizzato attraverso il coinvolgimento di imprese locali sia in fase di progettazione, che di realizzazione delle opere.
In particolare, nella progettazione e direzione lavori, sono state coinvolte Heliopolis Engineering e lo studio Krej Architecture + Engineering e nella realizzazione RI-LEGNO e XLAM DOLOMITI.

Il progetto Ex Marangoni Meccanica, sia per il 2019 che per il 2020 ha conseguito il Primo Premio Urbanistica da parte della rivista Urbanistica e dell’Istituto Nazionale Urbanistica, per la categoria Nuove modalità dell’abitare e del produrre.

Rigenerare e rivivere sono concetti che contraddistinguono questo progetto: da una tragedia quale quella della Tempesta Vaia, abbattutasi due anni fa sulle foreste del Trentino, proviene il legno che è stato utilizzato per realizzare le opere. Una opportunità di rinascita che trova dimora in un edificio simbolo della riqualificazione e rigenerazione della città.
Il progetto Ex Marangoni Meccanica è l’esempio di come si può valorizzare il territorio, creando spazi di vita ed aggregazione eliminando degrado.

” Abbiamo portato energia positiva nella città ed innescato dei processi virtuosi, avviato nuovi investimenti. Rimane da parte nostra l’interesse e la volontà di valutare nuove iniziative sul territorio”, la conclusione della proprietà.

 

*

Dott. Heinz Peter Hager

Ing. Paolo Signoretti