Un presidente della Provincia autonoma di Trento totalmente asservito al salvinismo cerca gli applausi sul prato di Pontida. Esattemente come a Pinzolo.

Un breve comizio in cerca di applausi mettendo nel mirino migranti e stranieri.

Fugatti a Pontida mostra le sue medaglie (cita i provvedimenti anti-stranieri), ma -guarda caso- omette di dire che ha finanziato l’arrivo di profughi siriani con 250 mila euro (bella cosa peraltro).

Questo lo dice solo qui in Trentino per “recuperare un po’… rispetto alla sua uscita contro i profughi volontari nelle case di riposo .

Ma del resto va capito, immaginate se lo avesse ricordato dal palco di Pontida…

 

*

Ugo Rossi