Disegno di legge straordinario per danni da alluvione a Dimaro. “Le risorse stanziate devono essere legate a reinvestimenti sul territorio della Val di Sole”.

Il PATT ha depositato questa mattina un emendamento che prevede che il contributo può essere concesso a due condizioni.

La prima è che una congrua parte di questo venga reinvestita in analoghe attività economiche turistiche come quelle danneggiate.

La seconda è che questo reinvestimento sia localizzato in Val di Sole, dove è avvenuto l’evento e dove quindi si sopporta il danno all’economia turistica.

È evidente che se, giustamente, si fa un intervento legislativo straordinario e dal consistente valore finanziario (12 milioni di euro) la norma deve assolutamente garantire l’obiettivo di ripristinare il livello dell’offerta turistica della valle che ha subito un durissimo colpo con l’alluvione di Dimaro.

Ricordiamo che la prima versione della norma presentataci dal presidente Fugatti non conteneva nessun riferimento a condizioni di reinvestimento e si limitava alla mera erogazione del contributo.

Solo dopo le nostre osservazioni veniva inserita una insufficiente e solo ipotetica possibilità di legare una parte del contributo al reinvestimento che va modificata.

L’emendamento del PATT è stato depositato in 3 versioni alternative proprio per consentire di affrontare il tema senza nessun pregiudizio e con la massima disponibilità ma sempre garantendo l’obiettivo del reinvestimento sul territorio.

 

*

Gruppo consiliare Patt

Ugo Rossi