VIDEONEWS & sponsored

(in )

ROSSI – DALLAPICCOLA – DEMAGRI (PATT) / INTERROGAZIONE * COVID – SCREENING IN ALTO ADIGE: « TRENTO NE VIETA AI SANITARI LA PARTECIPAZIONE, L’APSS CONOSCE L’IMPEGNO EUROREGIONALE? »

Solidarietà nell’Euregio: Trento vieta ai sanitari di partecipare allo screening generale in Alto Adige.

Per rallentare la corsa della pandemia la Provincia di Bolzano ha messo in campo uno screening a tappeto, con l’obiettivo di raggiungere circa 350.000 altoatesini, su un totale di 501.000 residenti, che dal 20 al 22 novembre si sottoporranno ai tamponi rapidi.

Nel contesto di tale iniziativa la Croce Bianca di Bolzano ha diffuso un appello a medici e infermieri di altri territori d’Italia per partecipare alla campagna e aiutare il personale impegnato.

Pare che l’azienda sanitaria Trentina avrebbe negato al personale medico ed infermieristico l’autorizzazione a recarsi a Bolzano per fornire aiuto così come richiesto.

Solamente in data 30 ottobre i tre presidenti di Trentino/Alto Adige/Tirolo davano notizia di un impegno di solidarietà per garantire aiuto reciproco in caso di necessità sanitaria per emergenza COVID.

Ottimo proposito, comunicato con enfasi ma prontamente disatteso nei fatti.

 

Tutto ciò premesso,

si interroga il presidente della giunta per conoscere:

se corrisponde al vero quanto riportato in premessa;

se in caso di risposta positiva si intende e come rimediare;

se e come la giunta abbia portato a conoscenza l’azienda sanitaria dell’impegno di dell’impegno di aiuto assunto in sede euroregionale e quali disposizioni ne siano derivate.

 

A norma di regolamento si chiede risposta scritta.

Trento, 18 Novembre 2020

 

*

Ugo Rossi

Michele Dallapiccola

Paola Demagri

 

 

 

[pdf-embedder url=”https://www.agenziagiornalisticaopinione.it/wp-content/uploads/2020/11/interrogazione-solidarietà-sanitaria-euregio.pdf” title=”interrogazione solidarietà sanitaria euregio”]