VIDEONEWS & sponsored

(in )

ROSSI – DALLAPICCOLA – DEMAGRI (PATT) – INTERROGAZIONE * « APPROVVIGIONAMENTO DI LEGNAME NEI BOSCHI DELLE VALLI TRENTINO E RESTRIZIONI LEGATE ALL’EMERGENZA COVID »

In questo periodo dell’anno molti trentini sono soliti recarsi nei boschi per preparare il legname da ardere, al fine di utilizzarlo come combustibile nei mesi invernali per il riscaldamento delle abitazioni.

L’attività di prelievo del legname promuove l’equilibrio del patrimonio boschivo ed è svolta sotto il costante controllo del Servizio Foreste e Fauna della Provincia, in collaborazione con i Comuni, le Amministrazioni Separate dei Beni di Uso Civico (Asuc) e le Consortele.

Infatti, le piante da tagliare sono individuate dal custode forestale (dipendente del Comune), assegnando ai censiti richiedenti un numero che corrisponde ad una “sort”.
Attraverso questo sistema ogni anno in Trentino vengono assegnate circa 100 mila tonnellate di legname.

Si tratta di un’attività compatibile con le misure di distanziamento sociale legate all’emergenza epidemiologica, che viene svolta all’aperto e principalmente con la partecipazione dei familiari più stretti.

Tutto ciò premesso
si interroga la Giunta Provinciale per sapere se intenda:
– autorizzare le uscite delle famiglie nel bosco al fine di preparare il legname da ardere per l’inverno.
A norma di regolamento si chiede risposta scritta.

 

*

Ugo Rossi, Michele Dallapiccola, Paola Demagri