VIDEONEWS & sponsored

(in )

RCC * EMERGENZA CORONAVIRUS, NARDELLA (SINDACO FIRENZE): « GLI EFFETTI ECONOMICI SARANNO PESANTISSIMI, CREDO CI VORRÀ UN VERO PIANO MARSHALL PER TUTTA EUROPA »

Nardella (sindaco Firenze): “Oggi ultimo giorno di quarantena, ma comunque resterò a casa il più possibile. Gli effetti economici saranno pesantissimi, credo ci vorrà un vero piano Marshall per tutta Europa. La prima manovra da 25 miliardi del governo è un primo passo, però ci vuole attenzione per i comuni. Hanno fatto il decreto Cura Italia, ora c’è bisogno del decreto Cura città perchè i bilanci dei comuni sono in situazioni difficili e non possiamo durare a lungo così. Quando ci sono shock così profondi per un po’ di tempo si porta avanti l’insegnamento positivo che ne deriva. Io credo in un nuovo rinascimento”

Dario Nardella, sindaco di Firenze, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.

Sulla quarantena. “Questo è il mio 14esimo giorno di quarantena quindi l’ultimo. E’ stata una quarantena obbligatoria perchè avevo avuto un contatto stretto con il segretario Zingaretti al quale faccio un augurio di completa guarigione. Anche se finirò la quarantena stasera comunque resterò a casa il più possibile, anche se magari qualche giorno dovrò andare al lavoro in Comune, ma per fortuna molte cose posso farle da casa. Abbiamo chiuso i parchi, stiamo cercando di convincere i cittadini a restare a casa. Purtroppo i contagi aumentano anche in Toscana. Il dato dei morti in Italia è impressionante, ci fa capire che dobbiamo ancora combattere molto. All’inizio la popolazione era un po’ scettica e superficiale, ma adesso la gran parte ha capito la situazione. Purtroppo ci sono ancora dei fenomeni, che pensano sempre di essere al di sopra di tutto e di tutti, quindi dobbiamo rimanere molto vigili”.

Sul post Coronavirus. “Quando ci sono shock così profondi per un po’ di tempo si porta avanti l’insegnamento positivo che ne deriva. Io credo in un nuovo rinascimento. Voglio essere ottimista, ma dobbiamo ora vincere questa battaglia”.

I flash mob sui balconi. “I flash mob ogni giorno alle 18, l’altro giorno un bravissimo tenore ha cantato ‘Vincerò’. Io stesso che suono il violino ogni tanto mi diletto perchè la musica riscalda il cuore, ci fa sentire tutti più vicini. L’isolamento fisico è molto duro, quello che dobbiamo evitare è l’isolamento emotivo”.

“La preoccupazione c’è tutta perchè da sindaco la vedo in faccia alle persone, ricevo un sacco di mail di albergatori disperati, si calcola un danno economico in tutta la Toscana centrale di 1 miliardo di euro tra turismo, servizi e manifattura. Gli effetti economici saranno pesantissimi, credo ci vorrà un vero piano Marshall per tutta Europa. La prima manovra da 25 miliardi del governo è un primo passo, però ci vuole attenzione per i comuni. Hanno fatto il decreto Cura Italia, ora c’è bisogno del decreto Cura città perchè i bilanci dei comuni sono in situazioni difficili e non possiamo durare a lungo così”.