VIDEONEWS & sponsored

(in )

RAI RADIO2 – “ I LUNATICI “ * PAGO: « SUI SOCIAL MI ARRIVANO TANTE PROPOSTE INDECENTI DA MOLTE DONNE, ECCO COSA MI CHIEDONO »

Pago è intervenuto ai microfoni di Rai Radio2 nel corso del format “I Lunatici”, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, in diretta dalla mezzanotte e trenta alle sei del mattino.

Pago ha raccontato: “Il mio lockdown? L’ho iniziato prima degli altri, sono stato mesi chiuso tra reality e altre storie, negli ultimi mesi ho visto l’aria aperta molto poco, ma in questo momento sono ottimista, spero di ricominciare a viaggiare a breve, è la cosa che più mi manca. Come l’ho gestita da papà? Mio figlio ha quasi undici anni, è stato molto difficile, lui doveva stare con la mamma, io sono rimasto chiuso in Sardegna con il lockdown, sono stato senza andare da lui, alla fine abbiamo trovato il giusto equilibrio, ma è stata una cosa molto complicata. Per i papà separati è stato un momento molto difficile”.

Sui progetti futuri: “Il mio nuovo singolo, ‘Tu lo sai’, ha richiesto una grande lavorazione. Con il lockdown ho approfittato per portarla a termine, è una canzone a cui tengo moltissimo”.

Sul gossip che lo riguarda: “Non ci puoi fare i conti, c’è chi ti massacra, chi ti vorrebbe sempre con una donna, chi invece non ti ci vorrebbe vedere mai vedere. E’ una cosa ingestibile. La cosa che devi fare è sentire ciò che vuoi tu.. Senza pensare a quello che ti scrive la gente. C’è chi dice che piange per me, che piange per la coppia, ma non ci puoi pensare. Già quando finisce una storia stai male, se poi stai dietro a tutti diventa impossibile. Scelgo io cosa fare della mia vita, non possono scegliere i follower, anche se ci tengono tanto. Non ci capiamo niente noi, figuratevi chi non c’entra niente. Comunque, la mia storia personale dice che quando chiudo una storia poi se ne può riparlare. Ho un matrimonio alle spalle con Miriana Trevisan che finì, poi dopo tre anni siamo tornati insieme e abbiamo fatto anche un figlio. Non si può ipotecare il futuro, nessuno può sapere ciò che accadrà un domani. Con Miriana siamo in rapporti civili, abbiamo capito che bisogna stare tranquilli, anche se all’inizio abbiamo avuto problemi. Ho riscontrato che capita spesso nelle coppie in cui ci sono figli. Quando ci si lascia c’è sempre qualche incomprensione di troppo. Adesso invece siamo in ottimi rapporti”.

Pago ha anche un libro in uscita: “Per me scrivere ‘Vagabondo d’amore’ è stato liberatorio, mi ha dato molta forza. Ho scelto questo titolo perché non ho mai avuto una meta fissa. Nè nel lavoro nè in amore. No ho una meta fissa, fortunatamente ho una casa, ma ci sto poco, ma i bagagli sono sempre pronti. La passione per la musica? E’ iniziata da subito. Ho sempre preferito i dischi di mio padre ai soldatini. Mi sono innamorato da bambino di una tastiera, poi ho iniziato a suonare la chitarra, fin da piccolissimo mi trovavo a scrivere e a cantare. La prima band l’ho fondata a scuola, alle medie. Ci incontravamo con le cantine con le scatole di uova attaccate alle pareti e suonavamo qualsiasi cosa”.

Sulla prima grande occasione: “‘Parlo di te’, nel 2005. Arrivavo da una gavetta incredibile, superavo di poco i trent’anni ma giravo da una decina di anni mezza Europa cercando di portare le mie cassette nelle case discografiche. Nessuno mai mi aveva dato una occasione, appena è arrivata è uscita ‘Parlo di te’. Che rapporto ho con quella canzone? Così così. Non rinnego il successo, però cantarla cinque milioni di volte un po’ mi ha stancato. Mi chiedono solo quella”.

Sul rapporto con le follower: “Proposte indecenti? Ne arrivano tantissime. Arrivano, arrivano. Proposte, video. Non sono mai stato così social come nell’ultimo periodo, anche se in questo momento sono un po’ distaccato. Mi mandano delle robe osè, proposte indecenti, abbastanza anche spudorate. Mi chiedono anche le foto dei piedi, delle mani. Ma anche altro…”.