Elisa Isoardi è intervenuta ai microfoni di Rai Radio2 nel corso del format “I Lunatici”, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, in diretta dal lunedì al venerdì notte dalla mezzanotte alle sei.

La Isoardi ha parlato delle sue condizioni fisiche: “In questo momento sono sul letto con la caviglia alzata sperando che vada tutto bene. Sono un bradipo casalingo che fa tutto lentamente, mi si è sconvolta la vita, però si va avanti. Dopo Ballando farò la scrittrice, neanche in Beautiful accadono tutte queste cose. E’ successo di tutto, prima puntata con Raimondo bianco incerato che stava male, poi è stato ricoverato, ho ballato da sola, poi è tornato, abbiamo ballato e mi sono rotta una caviglia. Non so cosa dire. Comunque non mi fermo. Ballerò questa sera. Spero e penso di sì. La resa non è contemplata come termine nel mio vocabolario”.

La Isoardi ha parlato un po’ di se: “Sono tenace, sto sempre in tensione, fa parte della mia genetica. A volte vorrei fare troppo, la caviglia è partita perché provavo dalla mattina alla sera e anche oltre. Ora si va avanti con maggiore maturità, non avevo contezza del mio fisico, la caviglia per me serviva per camminare. Ora so una cosa in più”.

Sul suo 2020: “Da affrontare, da vivere. Bisogna vivere, non lasciarsi vivere. Bisogna reagire a tutto. Con molta cautela, noi abbiamo descritto avvenimenti capitati per il ballo, certamente non sono queste le tragedie, bisogna guardare a quello che di più grave c’è in giro. Bisogna affrontare le cose volta per volta, è in arrivo il coprifuoco, probabilmente ci saranno regole ancora più aspre. Bisogna rispettarle. Ci vuole cautela. Il voto al mio 2020? Alla fine positivo, è iniziato con un po’ di trambusti, però alla fine sto bene anche nella cosa nuova. E chissà se prossimamente ci sarà anche una casa per me….”.

Sul gossip: “I pettegolezzi tra me e Todaro? Il gossip fa parte della vita, se si parla di affetto e fiducia ben venga. Meno male che esistono ancora queste cose davanti alle altre. Se siamo una coppia a tutti gli effetti? No, questo lo state dicendo voi. Abbiamo fiducia l’uno nell’altro, il ballo è bellissimo, scava, tira fuori tante emozioni, ma che ruotano attorno al ballo, appunto,ho grande rispetto per lui come persona”.​

Sulla sua vita privata: “Ho dichiarato di spaventare gli uomini? Non credo dipenda dalla bellezza, che lascia il tempo che trova. Ma credo sia una questione di carattere. La mia era una dichiarazione ironica, si può sare bene anche da soli e andare avanti in pace. La mia era una presa di consapevolezza, di autodeterminazione, le donne possono andare avanti da sole. Rapporto col mio corpo? La mia fisicità è un dono, non è un merito, ben venga”.

E ancora: “Quando leggo titoli in cui mi definiscono la ex di Salvini? Chi mi chiama così evidentemente non sa tutto il resto, chi fa determinati titoli lo invito a studiare. Ma va bene così, non mi genera nulla”.​

Sugli ex che richiedono indietro i regali: “E’ una cosa che non può essere considerata dal genere umano, qui c’è proprio una carenza, una lacuna, nell’essere uomo. Glieli avrei ridati tutti e chi se ne frega. Va bene così”. Sulla cucina: “Se mi manca? La faccio a casa, sono anche a brava”.​