VIDEONEWS & sponsored

(in )

RADIO1 – “ UN GIORNO DA PECORA “ * UNTERBERGER, « HO DETTO A CONTE CHE IN MONTAGNA NON SI SCIA SOLTANTO, CI SONO MOLTE ALTRE ATTIVITÀ CON CIASPOLE – FONDO – SLITTINO »

“Dato che tutti parlano solo degli impianti sciistici ieri al premier Conte ho detto che le montagne non sono solo per sciare. In montagna si fanno tante altre cose: passeggiate, ciaspole, fondo, slittino. Si vedeva che fino a quel momento a queste cose Conte non ci aveva pensato, con le mille cose che ha da pensare…” Lo dice a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, la senatrice per il gruppo per le Autonomie Julia Unterberger. Lei ha sorpreso Conte parlando di ciaspole e camminate in montagna insomma. “Io gli ho detto che in montagna non si va solo per lo sci e lui mi ha chiesto: a che attività stai pensando?”.

È vero che Conte le ha detto che non sa sciare? “Ha detto che ora lui non va certo spesso in montagna. Ha detto che scia molto male, per la verità, non che non sa sciare per nulla”. Nel Dpcm che arriverà a breve sembra saranno chiusi tanto gli alberghi quanto gli impianti sciistici. “Questo lo trovo esagerato. O si chiudono gli impianti da sci e si lasciano gli alberghi per un turismo più soft, oppure, come fa l’Austria, si chiudono tutti hotel ma almeno fate sciare i residente.

Una delle due. Entrambe mi sembrerebbe veramente esagerato, la gente qui non capirebbe”. Come le è parso prendere in considerazione le sue proposte? “Il premier è possibilista, capisce molto le posizioni di tutti quanti. Poi torna al governo e ci sono gli hardliner, quelli per la linea dura, che vogliono chiudere tutto”. Tipo il ministro Speranza? “No, forse anche di più Boccia, ma non so di preciso. Noto solo che Conte è molto più morbido e più empatico, ma se lui è possibilista poi torna al governo e li ci saranno posizioni più dure”.