VIDEONEWS & sponsored

(in )

RADIO CUSANO CAMPUS * RISTORI: ZABEO (CGIA MESTRE). « 30 MILIARDI SONO POCA COSA RISPETTO AI DANNI DELLA CRISI, BISOGNA FARE DI PIÙ E SUBITO ALTRIMENTI RISCHIAMO GROSSO »

Ristori, Zabeo (Cgia Mestre): “30 miliardi sono poca cosa rispetto ai danni della crisi. Bisogna fare di più e subito altrimenti rischiamo grosso quando finirà il blocco dei licenziamenti”

Paolo Zabeo, coordinatore dell’Ufficio studi della CGIA di Mestre, è stato ospite del programma “L’imprenditore e gli altri” condotto da Stefano Bandecchi, fondatore dell’Università Niccolò Cusano su Cusano Italia Tv (canale 264 dtt).

Conte: investimento fatto per i ristori non ha precedenti. “Ha ragione il premier, la cifra è importante in termini assoluti, ma è altrettanto importante la crisi che stiamo vivendo –ha affermato Zabeo-.

Mai negli ultimi 75 anni abbiamo avuto una situazione di difficoltà economica come quella attuale. E’ evidente però che di fronte alla caduta del pil, alla perdita del fatturato di molte aziende, questi 30 miliardi di euro sono poca cosa, sono insufficienti. Bisogna fare di più, bisogna fare meglio e presto, ci vuole un cambio di marcia perché altrimenti rischiamo grosso. Finora abbiamo anestetizzato la crisi con il blocco dei licenziamenti, ma quando questa misura verrà meno c’è il rischio di un boom di licenziamenti, per questo bisogna aiutare le aziende e fare il possibile, dando contributi a fondo perduto, non c’è alternativa. Il debito che stiamo facendo si abbatte con la crescita, altrimenti siamo spacciati. Se non salviamo le imprese adesso e le lasciamo morire, la gente si troverà per strada e chi pagherà le tasse? Dobbiamo spendere e indebitarci adesso per salvare il salvabile”.