News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

RADIO CUSANO CAMPUS * OMICIDIO MASTROPIETRO: AVV. VERNI, “ LE INDAGINI DEVONO PROSEGUIRE, OSEGHALE HA CAMBIATO TROPPE VOLTE VERSIONE ”

Scritto da
16.41 - lunedì 11 giugno 2018

Omicidio Mastropietro, Avv. Verni: “Le indagini devono proseguire. Oseghale ha cambiato troppe volte versione”. L’Avvocato Marco Valerio Verni, legale rappresentante della famiglia di Pamela Mastropietro, la giovane brutalmente uccisa a Macerata, è intervenuto ai microfoni di “Legge o Giustizia” condotto da Matteo Torrioli su Radio Cusano Campus.

L’avvocato ha commentato la caduta delle accuse di omicidio nei confronti di Desdomnd Lucky e Lucky Awelima: ad oggi, per gli inquirenti, Innocent Oseghale avrebbe agito da solo: “Non nascondo che abbiamo appreso la notizia con preoccupazione – ha detto Verni – Ci sono due possibilità.

La prima è che Oseghale abbia compiuto tutto da solo ed allora sarebbe interessante capire come abbia acquisito nella sua vita questa esperienza nell’uccidere e nel ridurre un cadavere in quel modo. La seconda nasce da un presupposto. Per gli esperti risulta infatti improbabile che abbia fatto tutto da solo. Se ha avuto bisogno di altre persone e queste non sono quelle indagate, vuol dire che gli assassini sono ancora a piede libero.

Mi preoccupo sia per il processo di Pamela che avrà una giustizia sommaria e sia per la sicurezza collettiva: bestie simili sono ancora in circolazione”. Eppure c’erano delle intercettazioni in carcere che sembravano accusare in maniera pesante i due nigeriani per i quali è caduta l’accusa di omicidio. “Le intercettazioni le abbiamo lette sulla stampa. Come avvocato non ho ancora avuto modo di accedere a tutta la documentazione fascicolare.

Nella fase in cui siamo questa possibilità mi è preclusa, fermo restando che il Procuratore potrebbe autorizzare l’accesso ad alcuni atti anche per permetterci di aiutare gli inquirenti. Quindi, basandomi su quanto riportato dai giornali, trovo singolare che queste intercettazioni non abbiano pesato sul mantenimento di alcune accuse.

Nei confronti di Oseghale rimangono tutte le accuse. Noi vogliamo che le indagini proseguano. Spero non ci sia giustizia sommaria nei confronti della vittima. Non è possibile che Oseghale fosse solo, bisogna trovare i suoi complici”. Gli avvocati di Oseghale dicevano: “Gli chiederemo di collaborare”. Spera che ad un certo punto Oseghale racconti veramente come sono andate le cose? “Oseghale ha cambiato versione così tante volte che nel momento in cui dovesse decidere la verità rischierebbe di non essere creduto a meno che non fornisca dei dati certi”.

 

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.