News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

RADIO 24 – LA ZANZARA * MAURO CORONA: ” ORMAI SCRIVO SOLO PER GUADAGNARE SOLDI, IL PRIMO LIBRO È L’UNICO CHE SALVO “

Scritto da
16.58 - venerdì 09 marzo 2018

“Prima del successo andavo molto di manualità. Dopo ho cominciato a trombare. Soprattutto negli ultimi sette-otto anni. Si può dire che il successo mi ha regalato anche le donne. Mi dispiace, una donna non dovrebbe avvicinarsi a colui che ha successo per coccolarselo. Ma non ho mai visto queste donne bellissime con un idraulico. Le ho sempre viste con calciatori di fama, famosissimi, attori del cinema, eccetera…”.

Così lo scrittore Mauro Corona a La Zanzara su Radio 24. “A me – aggiunge – piacciono di più le brutte perché mi pongono meno freni inibitori, mi creano meno imbarazzo. Ne ho avute anche di belle di donne, ma le preferisco brutte. Fatte bene, ma bruttine”. E il viagra?: “Certo che lo uso, preferisco che mi regalino il viagra a un Rolex, almeno serve a qualcosa”. Quando smetterai di scrivere?: “Ormai scrivo solo per guadagnare soldi.

Vi dico la verità: il primo libro è forse l’unico che salvo. Il resto è stato mestiere. Però finchè vendo 100mila copie a libro, perché non continuare? Ho scritto delle puttanate che hanno venduto cinque milioni di copie. E un libro prima di passare alla storia, deve passare alla cassa. A me non me ne frega nulla di restare nella storia, nella letteratura. Ci sono già quelli che ambiscono.

A me interessa fare un po’ di soldi. Ho sistemato i figli, ho fatto molte elargizioni ad amici poveri, basta”. “Finchè vendo scrivo – prosegue – poi quando la Mondadori o chi per essa mi dirà guarda che non vendi più, ciao, allora tornerò a fare lo scultore, l’ubriacone o lo scalatore. Non ho più tanto tempo davanti”. Poi parla di politica: “Farei il ministro della Montagna per Salvini. Una volta me lo aveva promesso, ora vediamo.

Ma lo farei solo per qualche mese per portare un po’ di soldi qui”. Ma chi hai votato?: “Cinque Stelle, lo avevo annunciato. Ho sempre votato Pd e sono anche stato tesserato di Rifondazione Comunista. Mi hanno rotto le palle. Da Renzi con quel ghigno arrogante, con quella provocazione, da Bersani a Grasso, a D’Alema, basta, basta…”.

Perché non sei mai andato da Fazio?: “Non mi invita, mi odia. E’ un viscido, un finto buono. Tutto nasce da una delle prime trasmissioni di Che tempo che fa, lui manda una troupe a casa mia, dissi qualcosa fuori onda su di lui e me l’ha fatta pagare”.

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.