News immediate,
non mediate!

Intervista a Pietro Di Fiore (Segretario generale Uil Scuola Trentino Alto Adige/Südtirol)

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

QUESTURA DI TRENTO * SPACCIO SOSTANZE STUPEFACENTI: ARRESTATO 68ENNE ITALIANO, TRASPORTAVA 11 KG DI COCAINA

Scritto da
11.07 - lunedì 18 giugno 2018

Continuano con importanti risultati i controlli della Polizia di Stato contro lo spaccio di sostanze stupefacenti. Sabato 16 giugno, verso le ore 06.00, la Squadra Mobile di Trento, unitamente con la Guardia di Finanza, nell’ambito delle azioni contro lo spaccio di sostanze stupefacenti, ha bloccato, all’interno dello Interporto Doganale di Spini di Gardolo , Luigi Canfora, nato a Castellamare di Stabia (Na) il 13 ottobre 1950, il quale alla guida di un autoarticolato, dopo aver fruito del servizio di trasporto ferroviario che dalla Germania lo aveva condotto fino a Trento, stava per allontanarsi dal sedime dell’Interporto Doganale.

Gli Agenti, visto il crescente nervosismo dell’uomo e considerato che proprio su quella tratta ferroviaria erano state arrestate, a Trento e Rovereto, alcune persone che trasportavano diversi chili di cocaina, decidevano di controllare il mezzo rinvenendo sull’autoarticolato diversi chili di stupefacente.

Per tale motivo Canfora veniva accompagnato presso gli Uffici della Questura e, mentre la Polizia Scientifica procedeva agli accertamenti chimici volti alla verifica della sostanza sequestrata, sottoposto ai rilievi dattiloscopici.

Da una prima analisi è emerso che i 10 panetti avvolti nel nylon, termosaldati, avevano un peso totale di circa 11 kg. e che la sostanza era da catalogarsi come cocaina.

Pertanto l’uomo veniva dichiarato in arresto per detenzione ai fini di spaccio della predetta sostanza stupefacente e condotto in carcere.

“Le intense attività di prevenzione che negli ultimi tempi sta attuando la Polizia di Stato, in questo caso anche in sinergia con la Guardia di Finanza, commenta il Questore D’Ambrosio, sono alla base dei risultati di questi giorni e rappresentano indubbiamente il senso dell’importante lavoro della Squadra Mobile, destinato ad interrompere i canali di rifornimento dello stupefacente sulla città di Trento”.

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.