VIDEONEWS & sponsored

(in )

QUESTURA DI TRENTO * « RUBA ALL’INTERNO DI UN NEGOZIO D’ABBIGLIAMENTO E PRENDE A PUGNI IL VIGILANTES, ARRESTATO UN CITTADINO MAROCCHINO DI 23 ANNI »

Nel pomeriggio di ieri le Volanti della Questura di Trento hanno arrestato per rapina un cittadino marocchino di 23 anni, già in passato arrestato per lo stesso reato. Il giovane, entrato all’interno di un punto vendita di una catena d’abbigliamento della grande distribuzione, situato nella parte settentrionale della città, ha inscenato l’acquisto di alcuni capi di vestiario, prelevandone più di uno con la scusa di doverli provare. Si è diretto verso i camerini; una volta all’interno, ha dapprima strappato l’antitaccheggio e poi ha occultati i vestiti sotto la giacca a vento indossata.

Un addetto alla vigilanza, insospettitosi dal numero insolito di capi, sei (6) tra jeans maglioni e magliette, prelevati dall’uomo per provarne la vestibilità, ha osservato il comportamento del cittadino extracomunitario. L’ha visto entrare con i vestiti ed uscire senza alcunché, diretto a passo svelto verso l’”uscita senza acquisti”. A questo punto il vigilantes, resosi conto del furto avvenuto, ha anticipato il giovane magrebino ed ha provato a bloccarlo all’uscita dal negozio, frapponendosi con il proprio corpo, impedendo così che potesse uscire con la refurtiva. Ma è stato travolto dall’uomo che l’ha spinto violentemente facendolo cadere a terra.

Il vigialentes non si è dato per vinto, si è prontamente rialzato ed ha inseguito il ladro che ha iniziato a correre verso via Maccani, attraversando i binari della ferrovia “Trento-Male’-Mezzana”. Vistosi perso perché l’addetto alla vigilanza è stato così rapido da raggiungerlo, sebbene partito in ritardo, il ladro si è fermato e, per guadagnarsi la fuga, ha sferrato due pugni al volto al vigilantes, provocandogli delle forti contusioni al volto ed alla mandibola. A questo punto il furto si è trasformato in una vera e propria rapina.

Nel frattempo sono giunte in via Maccani due equipaggi delle Volanti della Polizia, mandate sul posto dalla Sala Operativa della Questura di Trento, interessata attraverso una chiamata del direttore del punto vendita di via Leopoldo Pergher, che ha segnalato come il ladro si fosse diretto verso la fermata della stazione ferroviaria di “Trento Nord – Zona Commerciale”, parallela a via Maccani.
Gli equipaggi della Polizia a sirene spiegate, partendo da piazza Nazario Sauro, seguendo le indicazioni della Sala Operativa, sono arrivati dopo poco minuti in via Maccani, incrociando il giovane magrebino che scappava a piedi in senso inverso al loro senso di marcia.

Immediatamente dalle Volanti, ancora in movimento, sono scesi due agenti che hanno inseguito per circa 600 metri il rapinatore, raggiungendolo, e quindi interrompendo la sua fuga, in via Antonio De Tassis.

Una volta raggiunto dagli agenti della Volanti, il giovane, originario del Marocco, ha tentato di aggredire anche gli agenti, provando a caricare il braccio per sferrare due colpi. Ma è stato prontamente immobilizzato, arrestato per rapina ed ammanettato. La refurtiva è stata restituita al direttore del punto vendita ed il rapinatore trasferito presso il carcere di Spini di Gardolo.

 

*

Per concludere il commento del dirigente delle Volanti dottor. Tommaso Niglio.

” Aggiungo questa battuta in qualità di dirigente delle Volanti in questa occasione:  “L’arresto per rapina di oggi da parte delle Volanti, così come per tentato furto in abitazione di pochi giorni fa, è un ulteriore conferma che la strategia di controllo del territorio, voluta da Questore di Trento attraverso l’aumento degli equipaggi delle Volanti per ciascun turno, abbia sincronizzato ulteriormente l’attività di prevenzione e repressione dei reati”.