VIDEONEWS & sponsored

(in )

QUESTURA DI TRENTO * « NASCONDE LA DROGA NEL PACCHETTO DI SIGARETTE, ARRESTATO PUSHER CON 24 DOSI DI EROINA »

Nel pomeriggio di ieri la Squadra Mobile, sezione contrasto al crimine diffuso, “gli Orsi”, nell’ambito dei controlli anticrimine disposti dal Questore di Trento, hanno sorpreso ed arrestato uno spacciatore nigeriano di trentanove anni, residente a Trento. L’uomo è stato trovato con 20dosi di eroina nascoste in un pacchetto di sigarette nonché gli sono state sequestrate ulteriori 4 dosi vendute poco prima ad un cittadino italiano.

L’attività della Squadra Mobile ha avuto inizio quando un agente della sezione “Orsi”, di vedetta su di uno dei palazzi che circondano piazza Centa, ha avvertito gli altri agenti della sezione, della circostanza che fosse in corso una vendita di sostanza stupefacente proprio nei pressi della stessa piazza.
A questo punto, il resto della sezione contrasto al crimine diffuso si è avvicinato, in maniera tale da poter tenere sotto osservazione i quattro angoli della piazza senza che l’acquirente e lo spacciatore se ne accorgessero.

Una volta certi che la vendita fosse avvenuta, “gli Orsi” hanno immediatamente fermato il cittadino italiano, che spontaneamente ha consegnato un mozzicone di sigaretta svuotato del filtro, con occultati all’interno 4 dosi di Eroina.

Avvertiti del fatto di aver trovato della droga, gli altri Orsi hanno seguito lo spacciatore nigeriano che ha provato a far perdere le proprie tracce dirigendosi verso la stazione. Ma la sua fuga è stata interrotta, poco prima che entrasse nello scalo ferroviario, da una altro equipaggio della sezione contrasto crimine diffuso, arrivato tempestivamente nei pressi di piazza Dante, grazie alle indicazioni provenienti dall’agente di vedetta in piazza di Centa.

Indosso allo spacciatore nigeriano sono state trovate 20 dosi di eroina, nascoste in un pacchetto di sigarette. Inoltre, in collaborazione con un’unità cinofila della Guardia di Finanza, è stata perquisita l’abitazione dell’uomo, in località Ravina. Nella casa sono stati sequestrati più di mille euro nonché materiale utile per il confezionamento delle dosi, ovvero dei mozziconi di sigaretta in cui inserire l’eroina da vendere, a circa 40 euro a dose.