News immediate,
non mediate!

QUESTURA DI TRENTO * « AUTO IN FUGA SULLA TANGENZIALE PER EVITARE I CONTROLLI ANTICOVID, ARRESTATO CITTADINO ALBANESE DI 32ENNE TROVATO IN POSSESSO DI 200 GRAMMI DI COCAINA »

Scritto da
9:45 - 11/02/2021

Nella serata di ieri la sezione Antidroga della Squadra Mobile ha arrestato un cittadino albanese di trentadue anni, residente a Gardolo, perché trovato in possesso di 200 grammi di cocaina purissima, ancora da “tagliare” e confezionare in dosi. Una volta messa in commercio lo stupefacente avrebbe fatto guadagnare allo spacciatore circa 20000 euro.

Gli agenti in borghese della Questura di Trento sono stati messi in allarme dalla Sala Operativa della stessa Questura di Trento che, poco prima delle 22, ha segnalato come un’utilitaria grigia avesse impegnato, ad alta velocità, la rotonda ubicata all’uscita del casello di Trento Sud in direzione tangenziale, con l’intento di eludere il posto di controllo di un equipaggio della Volante, fermo ad uno degli svincoli che immettono verso la statale 12 in direzione Trento Nord.

Perché impegnato nei controlli anti covid, voluti dal Questore di Trento, e finalizzati a verificare il rispetto del divieto di spostamento tra Regioni nonché l’obbligo di permanere in casa tra le 22 e le 5 del mattino.

Ricevuta la nota di rintraccio della macchina, gli investigatori della Squadra Mobile hanno intercettato l’autovettura all’altezza dello svincolo di “RAVINA”, intimando al conducente di fermarsi. Ma quest’ultimo, anziché arrestarsi, ha accelerato con l’intento di dileguarsi e far perdere le tracce. A questo punto gli agenti della sezione antidroga hanno prontamente reagito, inseguendo l’utilitaria guidata dal trentaduenne albanese.

Il pusher albanese arrivato all’altezza dell’uscita 6 “TRENTO CENTRO”, ha lasciato il raccordo autostradale e si è immesso nella corsia di decelerazione come se volesse dirigersi verso ponte San Giorgio.

Ma improvvisamente anziché andare verso l’Adige, ha tentato di riprendere la tangenziale in direzione Trento nord, virando verso la curva che porta verso la rotatoria del parcheggio ZUFFO, passando proprio sotto il raccordo autostradale.
Gli agenti della sezione Antidroga non si sono lasciati sorprendere dalla manovra dell’uomo, riuscendolo a raggiungere ed a bloccarlo prima che riprendesse la tangenziale, con una manovra altrettanto repentina.

Una volta sottoposto al controllo l’autovettura, gli investigatori della Squdra Mobile hanno trovato, nascosta nel paraurti, una confezione di ssotanza stupefacente risultata essere cocaina. Il pusher è stato arrestato e condotto presso la Casa Circondariale di Spini di Gardolo.

Categorie Articolo:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.