VIDEONEWS & sponsored

(in )

PROVINCIA DI TRENTO * RIORGANIZZAZIONE DORSI “CORRIERE DELLA SERA”: ROSSI SCRIVE A CAIRO, ” SI RISCHIA DI PERDERE UNA VOCE IMPORTANTE ED AUTOREVOLE “

La lettera del presidente della Provincia sulla riorganizzazione delle due testate. “Dorsi” del Corriere della Sera, Rossi scrive a Cairo.

Qualora il piano di riorganizzazione editoriale dei due “dorsi” locali del Corriere della Sera dovesse concretizzarsi, il pluralismo dell’informazione regionale rischia di perdere una voce importante ed autorevole. È quanto sostiene il presidente della Provincia di Trento, Ugo Rossi, nella lettera inviata oggi all’editore Cairo in merito alla vicenda.

“Apprendiamo con preoccupazione l’annuncio dell’editore relativo al piano di riorganizzazione dei “dorsi” locali del Corriere della Sera, tra i quali anche le edizioni dell’Alto Adige e del Trentino. Qualora tale intento dovesse concretizzarsi nelle forme rese note dalle rappresentanze sindacali dei giornalisti, il pluralismo dell’informazione regionale, che le due testate locali hanno contribuito in questi anni a garantire e ad ampliare, perderebbe una voce importante e autorevole.

La preoccupazione non deriva soltanto dall’effettivo impoverimento che l’informazione locale subirebbe a seguito del sostanziale depotenziamento della qualità informativa che inevitabilmente prenderebbe forma, ma anche dagli effetti che si avrebbero sul piano occupazionale a seguito del mancato rinnovo dei contratti giornalistici in essere.

Questa Amministrazione si è già fatta carico di affrontare le difficoltà che anche le imprese editoriali e le agenzie informative operanti in Trentino hanno manifestato e stanno manifestando, promuovendo una apposita legge provinciale con l’obiettivo di offrire strumenti di sostegno e promozione dell’informazione locale.

Tale iniziativa legislativa trova ragione nella convinzione che la salvaguardia dei livelli informativi fino ad ora assicurati alla popolazione non possa venir meno in una realtà territoriale che, per la sua specificità, affida la tenuta della coesione sociale e della democrazia al mantenimento della più ampia libertà informativa.

Voglio credere che questa nostra attenzione, che è già valsa per altro a superare momenti di crisi e difficoltà all’interno di altre aziende locali, possa rappresentare una opportunità per superare anche le criticità dei due “dorsi” Alto Adige e Trentino del Corriere della Sera.

Rinnovando la disponibilità a condividere un percorso in tale direzione, Le chiedo di verificare la possibilità di un prossimo incontro al fine di concordare una possibile soluzione che possa portare ad un positivo esito della vertenza.”