VIDEONEWS & sponsored

(in )

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO * ZOOTECNIA: « ALIMENTAZIONE DEGLI ANIMALI, APPROVATO IL PIANO DI CONTROLLO TRIENNALE »

Alimentazione degli animali: approvato il Piano di controllo triennale. Lo ha deciso ieri la Giunta provinciale su indicazione dell’assessore Giulia Zanotelli.

Adottato il “Piano nazionale di controllo ufficiale sull’alimentazione degli animali 2021-2022-2023”, emanato dal Ministero della Salute e la relativa pianificazione annuale, definita dal Dipartimento salute e politiche sociali, relativa ai campionamenti da effettuare sul territorio provinciale nel settore dell’alimentazione animale in questo triennio. Lo ha stabilito oggi la Giunta provinciale, su proposta dell’assessore all’agricoltura, foreste, caccia e pesca Giulia Zanotelli che spiega: “Il piano è finalizzato alla tutela della salute pubblica e a garantire un controllo ufficiale dei mangimi e quindi la loro salubrità e sicurezza. Fra gli obiettivi del Piano vi è naturalmente quello di assicurare, attraverso la sorveglianza dei mangimi, una sana alimentazione sia agli animali cosiddetti da reddito, sia agli animali da compagnia”.

Fra gli obiettivi del Piano sull’alimentazione degli animali vi sono:

Assicurare l’effettuazione dei controlli dei mangimi in tutte le fasi della produzione, della trasformazione e della distribuzione tenendo conto che la responsabilità primaria della sicurezza ricade sugli operatori del settore dei mangimi.

Realizzare un sistema di raccolta dei dati relativi al monitoraggio e alla sorveglianza, razionale e di facile utilizzo, che assicuri le comunicazioni in tempi rapidi tra i vari organismi di controllo.

Verificare il possesso e il mantenimento dei requisiti strutturali e funzionali da parte degli operatori del settore dei mangimi (OSM), con particolare riguardo a: operazioni di produzione, lavorazione, trasformazione, stoccaggio, trasporto e distribuzione agli animali di mangimi; procedure finalizzate a evitare le contaminazioni fisiche, chimiche e biologiche; la rintracciabilità dei mangimi; sistemi di autocontrollo degli OSM.
Verificare, per gli aspetti di carattere sanitario, la rispondenza dei mangimi e dell’acqua di abbeverata ai requisiti previsti dalla vigente normativa.