VIDEONEWS & sponsored

(in )

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO * VIABILITÀ: « COLLEGAMENTO TRA MEZZOLOMBARDO E MEZZOCORONA, CONSEGNATI I LAVORI DI COMPLETAMENTO DELLA PISTA CICLOPEDONALE “ALLA GALLETTA” »

Collegamento ciclopedonale tra Mezzolombardo e le stazioni ferroviarie e di bike sharing di Mezzocorona: oggi la consegna dei lavori.

Oggi sono stati consegnati i lavori di completamento della pista ciclopedonale “alla Galletta”, il collegamento ciclopedonale tra il ponte della retta sul fiume Noce a Mezzolombardo e le stazioni ferroviarie e di bike sharing di Mezzocorona, per uno sviluppo di circa 1500 metri. Il tempo di esecuzione è di 170 giorni.

I lavori interessano i territori dei comuni di Mezzolombardo e di Mezzocorona. L’obiettivo prefissato è di completare l’opera di collegamento ciclopedonale tra Mezzolombardo, Mezzocorona e le stazioni ferroviarie di RFI, Trentino Trasporti e bike sharing E-motion. L’intervento parte dal ponte della retta sul fiume Noce, ad ovest, fino alle stazione ferroviaria e bike sharing di Mezzocorona, in direzione est. In questo modo trova una suo definitivo completamento la rete cicloviaria provinciale in Rotaliana, che, oltre alle ricadute cicloturistiche, si prevede porterà vantaggi in termini di mobilità sostenibile, in quanto grazie a questa opera sarà possibile pedalare in assoluta sicurezza tra agli abitati di Mezzolombardo, Mezzocorona, San Michele all’Adige, fino a Terre d’Adige e Lavis.

Il collegamento tra Mezzolombardo e Mezzocorona interseca zone commerciali, agricole, artigianali, ferroviarie. Si prevede quindi che possa favorire la scelta della bicicletta da parte dei lavoratori delle aziende della zona o degli studenti o lavoratori che devono recarsi a Trento utilizzando anche il treno.

Descrizione dell’opera

L’opera, di cui è stata fatta la consegna oggi, consiste nella realizzazione di un nuovo collegamento ciclopedonale tra il ponte della retta (sul fiume Noce) a Mezzolombardo e le stazioni ferroviarie e di bike sharing di Mezzocorona, per uno sviluppo di circa 1500 metri. Da un punto di vista progettuale si può suddividere in 5 tratti:

– 1° tratto: dal ponte della retta, sul fiume Noce fino all’incrocio della Galletta, lungo circa 400 metri.

– 2° tratto: dall’incrocio della Galletta attraversando via Rotaliana, fino ad arrivare su via del Teroldego, lungo circa 100 metri.

– 3° tratto: lungo via del Teroldego direzione est, fino ad arrivare al marciapiede esistente, appena dopo l’incrocio con via Fenice, lungo circa 350 metri.

– 4° tratto: lungo il marciapiede esistente di via del Teroldego fino a piazza Trento, lungo circa 550 metri.

– 5° tratto: percorso breve, dal marciapiede di piazza Trento fino alla stazione ferroviaria della Trento-Malè, lungo circa 100 metri.

Lunghezza complessiva della nuova pista ciclopedonale in sede propria: circa 1500 metri.

Numero corsie: 2.

Larghezza corsie: 1,50 metri ciascuna

Larghezza complessiva asfaltata: 3 metri.

Il progetto contempla la realizzazione di alcune opere, fra le quali muri di sostegno.

Principali dati tecnico – amministrativi.

Progettista: ing. Fattoretti Massimo (collaboratore arch. Luciano Eccher)

Coordinatore della sicurezza in fase di progettazione: ing. Massimo Garbari

Alta sorveglianza alla progettazione: ing. Sergio Deromedis dell’Ufficio Infrastrutture Ciclopedonali Servizio Opere Stradali e Ferroviarie della Provincia Autonoma di Trento.

Direttore lavori: ing. Ivano Webber

Coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione: ing. Massimo Garbari

Alta sorveglianza all’esecuzione: ing. Sergio Deromedis e geom. Amleto Paglici dell’Ufficio Infrastrutture Ciclopedonali Servizio Opere Stradali e Ferroviarie della Provincia Autonoma di Trento.

Appaltatore: impresa esecutrice: Alco Snc di Cologna Alfredo – Fraz. Castelfondo – Borgo d’Anaunia.

Aggiudicazione: in appalto a prezzi unitari.

Costo dell’opera: L’importo complessivo di appalto: Euro 560.883,06 – di cui:

a) Euro 533.678,13 – per lavorazioni soggette a ribasso.

b) Euro 27.204,93 – per oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso.

L’importo offerto è € 492.322,78 corrispondente ad un ribasso del 7,749% sull’importo posto a base di gara.