News immediate,
non mediate!

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO * TERRAGNOLO: « PROCEDONO LE ATTIVITÀ DI RIPRISTINO DEL LIBRO FONDIARIO, GRAVI LE DISCORDANZE FRA REALTÀ DI FATTO E QUANTO ISCRITTO NEI REGISTRI CATASTALI »

Scritto da
14:14 - 9/07/2021

Terragnolo, procedono le attività di ripristino del libro fondiario.L’assessore Mario Tonina ha incontrato il commissario Nerio Giovanazzi.

“Dare certezze sui diritti di proprietà è fondamentale sia per valorizzare il patrimonio edilizio esistente, sia per contrastare lo spopolamento delle zone di montagna”. Così Mario Tonina, assessore all’urbanistica, ambiente e cooperazione che ieri mattina si è recato a Terragnolo, insieme a Diego Castelli, sostituto dirigente del Servizio catasto e tavolare, per incontrare il commissario del Comune, Nerio Giovanazzi e un gruppo di residenti, cosiddetti “fiduciari”, che conoscono la situazione del territorio. Presenti anche il sindaco di Trambileno, Maurizio Patoner e l’assessore del comune di Vallarsa Miriam Gios. Tema al centro dell’incontro, il ripristino del libro fondiario di Terragnolo che presenta gravi discordanze fra le realtà di fatto e quanto iscritto nei registri catastali.

“Per la Giunta provinciale – ha spiegato Tonina – come emerso anche dagli Stati generale della montagna, il recupero del patrimonio edilizio, oggi favorito anche dai vari superbonus 110%, è un impegno strategico e di grande importanza, sia perché ci permette di limitare il consumo del suolo, sia perché ci consente di contrastare il fenomeno dello spopolamento che riguarda, in particolare, alcune zone di montagna. Il Trentino, come dimostrano i molti turisti che vengono a visitarlo, è un territorio estremamente attrattivo e pieno di bellezze paesaggistiche, ma ci sono alcune aree su cui dobbiamo impegnarci ulteriormente per garantire servizi e prospettive a chi decide di rimanerci a vivere. Fra i servizi che dobbiamo potenziare nelle zone disagiate vi è certamente – ha aggiunto Tonina – quello della digitalizzazione, la cui importanza è emersa durante la pandemia. Proprio in quest’ottica – ha concluso Tonina – stiamo anche lavorando per potenziare i servizi di tavolare e catasto al fine di dare maggiori certezze sia ai privati che alle amministrazioni comunali”.

E’ toccato poi al sostituto dirigente Diego Castelli fare il punto della situazione sull’attività di ripristino del libro fondiario di Terragnolo. “Il lavoro della commissione incaricata è ripreso dopo lo stop causato dal covid – ha evidenziato Castelli – e, completato il restauro mappale, si potrà ora cominciare ad allineare alla realtà per lo meno le situazioni più evidenti e meno conflittuali. In questo – ha aggiunto – ci sarà molto utile la collaborazione dei fiduciari, soprattutto per far comprendere alla popolazione l’importanza di collaborare con la commissione per velocizzare il procedimento”.

Al termine dell’incontro, l’assessore Tonina ha visionato, con Giovanazzi, che ha ringraziato per l’impegno con cui sta portando avanti il suo ruolo di commissario, alcuni edifici fatiscenti dell’abitato che versano in situazione di abbandono e ha visitato alcune frazioni del Comune dove sono stati posti in essere una serie di interventi di riqualificazione del paesaggio finanziati dalla Provincia.

Categorie Articolo:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.