News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO * STRADA DI SAN NICOLÒ: « ASSICURATA LA PARTECIPAZIONE AI COSTI ALL’OPERA, DI CUI È TITOLARE IL COMUNE DI ROVERETO »

Scritto da
21.21 - lunedì 14 febbraio 2022

Strada di San Nicolò, la Provincia sostiene il progetto per la messa in sicurezza e riapertura. Assicurata la partecipazione ai costi all’opera di cui è titolare il Comune di Rovereto: “In attesa del progetto, pronti a valutarlo rapidamente”.

La Provincia autonoma di Trento attende il progetto preliminare predisposto dall’amministrazione comunale competente per l’intervento di messa in sicurezza della strada e riapertura della strada comunale di collegamento tra la provinciale 46 della Vallarsa e gli abitati di Fontanelle e San Nicolò, nei pressi dei laghetti del Leno.

Non appena arrivato, procederà celermente all’istruttoria tecnica e amministrativa necessaria per l’ammissione a finanziamento dell’opera. Viene altresì confermato quanto già a suo tempo comunicato in merito alla possibilità di partecipazione dei costi da parte della Provincia per un importo che si aggira attorno 1,2 milioni, in quanto le rimanenti risorse saranno in capo alla Comunità di valle e alla stessa amministrazione comunale.

È quanto precisa la Giunta provinciale che sottolinea la collaborazione tra l’Amministrazione provinciale e gli enti locali, in questo caso con la municipalità della Città della Quercia, per un intervento che possa assicurare la messa in sicurezza della viabilità sul territorio e la riapertura della strada che interessa un ambito intercomunale.

L’opera funzionale al ripristino del collegamento interrotto per frana era stata al centro, lo scorso mese di ottobre, dell’incontro nella sede di piazza Dante alla presenza dei rappresentanti dei Comuni coinvolti, oltre a Rovereto anche Terragnolo e Trambileno.

Il Comune titolare del progetto di sistemazione della strada in corrispondenza della frana sta infatti sviluppando un progetto preliminare con approfondite analisi cinematiche legate alla caduta dei massi e di natura geologica per valutare quale soluzione tecnica, tra galleria artificiale e ponte possa garantire la migliore sicurezza dei transiti veicolari.

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.