VIDEONEWS & sponsored

(in )

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO * ROMA – INCONTRO MINISTRO STEFANI CON FUGATTI E SEGNANA: « FOCUS SU DISABILITÀ E APERTURA CENTRO CLINICO “ NEMO “ »

Il ministro per le disabilità è stato invitato in Trentino per vedere da vicino i progetti messi in campo, a partire da NeMO. L’assessore Segnana e il presidente Fugatti hanno incontrato a Roma il ministro Stefani

I percorsi e i progetti portati avanti in Trentino in tema di disabilità, dalla recente apertura del Centro clinico NeMO al progetto Ausilia entrambi ospitati all’ospedale riabilitativo Villa Rosa di Pergine Valsugana, fino alle mascherine trasparenti che aiutano le persone con difficoltà nella comunicazione. Sono stati questi i temi trattati con il neo ministro per le disabilità, Erika Stefani, dall’assessore salute, politiche sociali, disabilità e famiglia Stefania Segnani e dal presidente Maurizio Fugatti, nell’incontro istituzionale che si è tenuto stamani a Roma.

“Nel corso dell’incontro ho voluto ringraziare il ministro Stefani per il suo impegno e per aver dato mandato al Commissario per l’Emergenza Figliuolo di avviare la distribuzione di mascherine trasparenti: ha subito dato risposta a una necessità, mostrando attenzione e sensibilità a questo tema importante – ha commentato l’assessore Segnana -.

Poi abbiamo illustrato le realtà trentine e i tanti progetti come Ausilia ospitato presso Villa Rosa, ovvero l’innovativo appartamento che punta a migliorare l’autonomia delle persone con deficit motori e cognitivi grazie a soluzioni avanzate di domotica, ma anche il progetto delle ‘fattorie sociali’ che stiamo portando avanti, insieme all’assessore all’agricoltura Giulia Zanotelli, per l’inserimento lavorativo di persone con disabilità e difficoltà.

E naturalmente il Centro NeMO, frutto di un virtuoso accordo pubblico/privato tra Provincia, Azienda sanitaria e Fondazione Serena, per dare risposta ai tanti bambini e adulti affetti da malattie neuromuscolari e neurodegenerative ed ospitato sempre al Villa Rosa, un ospedale riabilitativo all’avanguardia nel sperimentare forme di convivenza con la disabilità. Ho infine colto l’occasione – conclude l’assessore provinciale – per invitare il ministro in Trentino nelle prossime settimane, per visitare le realtà del nostro territorio”.