VIDEONEWS & sponsored

(in )

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO * PARI OPPORTUNITÀ: « IN ARRIVO 100 MILA EURO, PER I PROGETTI ANNUALI DOMANDE APERTE DAL 5 MAGGIO AL 6 GIUGNO 2021 »

Pari opportunità: arrivano i contributi.Per i progetti annuali domande aperte dal 5 maggio al 6 giugno 2021 presso l’Ufficio provinciale pari opportunità e inclusione.

Sono in arrivo 100.000 euro per progetti e iniziative di sensibilizzazione che puntano a promuovere la cultura delle pari opportunità tra donne e uomini. Lo ha stabilito la Giunta provinciale, su indicazione dell’assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia, Stefania Segnana: “Diffondere la cultura delle pari opportunità, ci può aiutare a superare le discriminazioni fra donne e uomini e, soprattutto, a contrastare la violenza di genere – commenta l’assessore Segnana -. È infatti grazie alla sinergia di enti diversi, di pubblico e di privato che possiamo efficacemente limitare questo fenomeno odioso, che possiamo sensibilizzare le nostre comunità e promuovere sempre più la condivisione, la corresponsabilità e l’adozione di condotte non violente nelle relazioni”.

Nel dettaglio 80.000 euro sono destinati al finanziamento di progetti annuali e i rimanenti per singole iniziative di sensibilizzazione; i contributi sono validi solo per progetti e iniziative presentati e realizzati nel 2021 da soggetti privati.

Per i progetti annuali le domande sono aperte dal 5 maggio al 6 giugno presso l’Ufficio provinciale pari opportunità e inclusione dell’UMSE Sviluppo Rete dei Servizi, tel. 0461 493846, mail: [email protected], tramite la modulistica disponibile sul sito istituzionale della Provincia:

*

Progetti annuali
Importo massimo del singolo contributo: 10.000 euro, pari all’80% sul totale delle spese ammissibili.
I soggetti beneficiari possono presentare domanda di contributo dal 5 maggio al 6 giugno 2021 per progetti da realizzare nel corso del 2021. Viene garantito anche il criterio territoriale in fase di valutazione, che permette l’erogazione del finanziamento di almeno un progetto per ciascun ambito territoriale di riferimento delle Comunità e del territorio Val d’Adige. L’istruttoria terminerà con una graduatoria fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Sono finanziabili i progetti con ricadute in ambito provinciale, che perseguono uno o più dei seguenti scopi:

diffondere la cultura delle pari opportunità tra donne e uomini;

attuare interventi specifici per contrastare le discriminazioni tra donne e uomini e/o per ridurre gli ostacoli che direttamente o indirettamente impediscono la realizzazione delle pari opportunità tra donne e uomini;

promuovere iniziative per contrastare la violenza sulle donne;
promuovere la condivisione e corresponsabilità tra donne e uomini intesa quale equa ripartizione dei diritti e doveri in ambito sociale, culturale, lavorativo, politico e familiare;

sostenere l’equa presenza di donne e uomini negli ambiti in cui sono sottorappresentati;

promuovere la cultura della condivisione dei tempi di cura, al fine di favorire un’equa ripartizione delle responsabilità familiari tra donna e uomo, sostenere l’occupabilità delle donne e riaffermare il valore sociale della maternità e della paternità;

promuovere l’adozione di iniziative di informazione e formazione a favore della diffusione di una cultura non discriminatoria basata sul rispetto tra uomini e donne e a contrasto di ogni forma di violenza sulle donne;

approfondire e migliorare la conoscenza delle situazioni di vita di donne e uomini, attraverso studi, ricerche e iniziative assimilabili;

attivare servizi e/o iniziative che favoriscano la conciliazione vita-lavoro per sostenere l’occupabilità delle donne e riaffermare il valore sociale della maternità e della paternità.

Singole iniziative di sensibilizzazione

Importo massimo del contributo: 3.000 euro, pari all’80% sul totale delle spese ammissibili.

I soggetti beneficiari possono presentare domanda di contributo nel corso dell’anno 2021 almeno 45 giorni prima della data di realizzazione dell’iniziativa. In tal caso quindi non sarà stilata una graduatoria ma le domande verranno prese in considerazione al momento del loro arrivo e fino ad esaurimento delle risorse disponibili per l’anno 2021. La domanda deve essere comunque presentata entro e non oltre il 10 novembre.

Sono finanziabili singole iniziative di sensibilizzazione, con ricadute esclusivamente in ambito provinciale, volte a:

promuovere le pari opportunità tra donne e uomini;
superare gli stereotipi che impediscono la piena realizzazione dei principi di pari opportunità tra donne e uomini e contrastare le discriminazioni;
contrastare la violenza sulle donne;

promuovere la condivisione dei tempi di cura e la corresponsabilità tra donne e uomini in ogni ambito;
favorire la diffusione di una cultura non discriminatoria basata sul rispetto tra donne e uomini.

Beneficiari
Soggetti privati, ovvero enti senza scopo di lucro, aventi la propria sede legale o operativa nel territorio della Provincia di Trento. I soggetti pubblici potranno essere coinvolti in qualità di partner nei progetti e nelle iniziative presentate da soggetti privati.

 

*

Valutazione di IPRASE
I progetti e le iniziative di sensibilizzazione che coinvolgono istituzioni scolastiche o formative o altri soggetti che erogano servizi educativi, compresi i servizi socio educativi per la prima infanzia devono prevedere una verifica e validazione ex ante da parte di IPRASE. Tale verifica e validazione ex ante costituisce requisito per l’ammissibilità della domanda di finanziamento e non assicura la concessione del contributo. Per fare questo è necessario inviare il progetto a IPRASE, che risponderà entro 7 giorni lavorativi dalla data di presentazione del progetto.