VIDEONEWS & sponsored

(in )

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO * MERCATO DEL LAVORO E FORMAZIONE: « UN SUCCESSO LA PARTECIPAZIONE AL FORUM DELL’AG3, IL VIDEO SARÀ DISPONIBILE SUL SITO EUSALP »

Mercato del lavoro e formazione: un successo la partecipazione al Forum dell’Ag3 Eusalp.L’incontro, dal titolo “How I Met… My Future Job”, sarà disponibile nei prossimi giorni sul sito Eusalp-Ag3.

Alla ricerca di nuove opportunità di lavoro: “How I Met… My Future Job” è stato il titolo del 4° Forum Action Group 3 di Eusalp, la Strategia Macroregionale Alpina, che lo scorso 28 gennaio ha visto la partecipazione online di quasi 1.000 persone. L’obiettivo del forum organizzato dalla Provincia autonoma di Trento era presentare ai giovani, ma non solo, delle storie di imprenditoria di successo nei territori di montagna e mostrare come sia possibile anche in luoghi difficili e meno accessibili trasformare aspirazioni e sogni futuri in concrete realizzazioni, liberare la creatività, generare opportunità di percorsi lavorativi e di vita, con il ruolo fondamentale della formazione.

La formula del forum e la sua strutturazione in due sessioni è stata premiata da numeri che testimoniano interesse verso questi argomenti e stimolano un ulteriori sviluppi delle iniziative, anche con altre istituzioni e stakeholders.

Dopo i saluti istituzionali di Mirko Bisesti, assessore all’Istruzione, università e cultura e di Achille Spinelli, assessore allo Sviluppo economico, ricerca e lavoro, la sessione mattutina ha toccato i temi della sostenibilità ambientale, con la partecipazione di Giulio Bonazzi, amministratore delegato di Aquafil che ha raccontato la storia dell’azienda ed evidenziato la svolta green dell’impresa. Successivamente è stato affrontato il contesto del lavoro nelle “terre alte”, con il contributo di un giovane imprenditore sloveno, Rok Gartnar, che a soli 25 anni ha inventato e brevettato specifici macchinari da utilizzare in montagna, modernizzando l’azienda a conduzione familiare per renderla maggiormente competitiva sul mercato internazionale.

A seguire, la presentazione di Gerhard Rinnergschwenter – della Tiroler Fachschule di Kufstein – di un progetto sviluppato in Austria, “Smart Factories – Connected Learning”. Parole chiave: digitalizzazione e networking (tra mondo delle imprese e quello dell’istruzione), per creare collegamento tra istituti scolastici che, grazie a una soluzione in cloud, possono essere connessi tra loro in un vero “Eco” sistema. A concludere la sessione pensata per il mondo della scuola (in particolare per il biennio conclusivo delle scuole superiori), è stato Gustav Tschenett della Provincia autonoma di Bolzano, responsabile della Direzione Formazione professionale in lingua tedesca, che ha evidenziato il buon funzionamento del sistema duale in Alto Adige-Südtirol.

Nel pomeriggio il focus si è spostato sul mondo del lavoro, in particolare su come plasmare e dare forma al futuro considerando le sfide dei cambiamenti climatici, dello spopolamento delle terre di montagna, del progressivo invecchiamento della popolazione nella Regione Alpina. Ha aperto la sessione Grammenos Mastrojeni, diplomatico e scrittore italiano che, presentando la Matrice di Gaia – la gestione dei rischi nell’era dei cambiamenti climatici – ha evidenziato la necessità della presenza umana in montagna, facendo presente quanto sia determinante il comportamento dell’uomo rispetto alle dinamiche biologiche e geologiche degli ecosistemi e come i cambiamenti ambientali condizionino la storia dell’uomo stesso.

A seguire la presentazione di Roberto Poli, futurologo e accademico dell’Università degli Studi di Trento che ha parlato di dinamiche future nel quadro di esercizi di forecast e foresight, sottolineando che l’UNESCO ha recentemente diffuso l’idea di Futures Literacy come alfabetizzazione del 21° secolo. La stessa Commissione europea, ha evidenziato Poli, ha nominato per la prima volta un vicepresidente per la previsione strategica, e l’OCSE ha fatto una serie di raccomandazioni ai governi affinché utilizzino l’esercizio di strategic foresight, quindi di previsione strategica, nel pensare, pianificare e attuare le politiche. Le conclusioni sono state affidate a Francesco Profumo, presidente della Fondazione Bruno Kessler, mentre la moderazione è stata curata da Hannes Goetsch e Luca Daprà di Basis Vinschgau Venosta, che hanno gestito anche le molte domande pervenute dal pubblico.

Per l’Action Group 3, il team che si occupa in particolare di formazione e mercato del lavoro, recentemente ristrutturato nel coordinamento scientifico e nella sua composizione internazionale, l’incontro è stata l’occasione per presentarsi a tutta la comunità di Eusalp e agli esperti del settore dell’istruzione e del mondo del lavoro, mentre il successo dei numeri e il valore degli argomenti trattati rappresenta sicuramente uno stimolo a proseguire su questi temi strategici.

La registrazione del video sarà resa disponibile nei prossimi giorni sul sito di Eusalp-Ag3: LINK