VIDEONEWS & sponsored

(in )

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO * INAUGURAZIONE MALGA CLEF – PIEVE DI BONO: TONINA, « FONDAMENTALE CONSERVARE E VALORIZZARE IL PATRIMONIO AMBIENTALE, UN SEGNALE IMPORTANTE ANCHE PER I GIOVANI »

Ieri l’inaugurazione di Malga Clef di proprietà del Comune di Pieve di Bono – Prezzo. Il vicepresidente Tonina: “Fondamentale conservare e valorizzare il patrimonio ambientale”.

Ieri è stata inaugurata la rinnovata Malga Clef , di proprietà del Comune di Pieve di Bono – Prezzo. Ha partecipato anche il vicepresidente della Provincia autonoma di Trento Mario Tonina. “Si tratta – questo il commento di Tonina – di un intervento che contribuisce alla conservazione e valorizzazione del patrimonio del territorio, con grande attenzione alla sostenibilità ambientale e al mantenimento di un’attività, quella dell’alpeggio e della produzione agroalimentare, che fa parte della storia locale.

E’ un segnale importante anche per i giovani, che stanno già dimostrando di credere in questo settore. Investire in modo rispettoso e responsabile, salvaguardando ambiente, territorio e paesaggio è coerente anche con gli obiettivi dell’Agenda 2030. Un plauso dunque all’amministrazione comunale per questo investimento e un rinnovato ringraziamento al mondo imprenditoriale agricolo per l’imprescindibile contributo alla conservazione e valorizzazione del nostro territorio”.

Alla cerimonia ha partecipato Monsignor Luigi Bressan, arcivescovo emerito di Trento, che ha celebrato la Santa Messa presso il cimitero militare di Clef, seguita dal rito di benedizione della casa ristrutturata.

Hanno presenziato anche numerose autorità locali tra cui il sindaco di Pieve di Bono – Prezzo Attilio Maestri, il consigliere comunale Paolo Franceschetti, che ha seguito i lavori di ristrutturazione per conto dell’amministrazione, e Ketty Pellizzari, sindaco di Valdaone, comune sul cui territorio catastale si trova la malga (della cui esistenza si hanno notizie fin dal 1200).

E’ stata notevole la partecipazione ad un evento atteso e curato dalla Pro Loco di Pieve di Bono in collaborazione con il Gruppo Culturale di Cologna e il comitato “La Desmalgada”, con la presenza della compagnia Schützen di Roncone e del Gruppo Alpini di Pieve di Bono. La giornata è stata accompagnata dalla banda musicale di Pieve di Bono e dal “Coro Azzurro di Strada”.

Con i lavori, iniziati nel 2019 e conclusi da alcune settimane, è stata ristrutturata la casa adibita ad abitazione dei gestori (tetto, muri, impianti…). Sono stati inoltre adeguati alle esigenze attuali gli spazi per la lavorazione del latte, a vantaggio della possibilità di vendita in loco dei prodotti.

Il lavoro è stato finanziato dal Comune di Pieve di Bono – Prezzo, per un costo di quasi 210mila euro. “L’intervento – ha detto il sindaco Maestri – rientra in un percorso di valorizzazione del patrimonio delle malghe, dell’ambiente e del territorio cui la nostra amministrazione tiene in modo particolare”.