PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Covid-Free (6 puntata format Tv)

***

ASSOCIAZIONE TRANSDOLOMITES

Intervista al Presidente Massimo Girardi

(Progetto Ferrovia Avisio - Mobilità di valle - Trasporto Brt)

La manovra presentata alle categorie imprenditoriali del Trentino. Dall’assestamento di bilancio nuove risorse per rilanciare l’economia trentina.

Circa 445 milioni di euro per dare immediato sostegno all’economia trentina e dunque al prodotto interno lordo e all’occupazione. Questo l’obiettivo della manovra di assestamento che il presidente della Giunta provinciale, Maurizio Fugatti, insieme al vice presidente Mario Tonina e agli assessori Achille Spinelli e Giulia Zanotelli, ha illustrato ai rappresentanti delle categorie imprenditoriali del Trentino. “Riteniamo che in una situazione così difficile, con circa 350 milioni di euro di mancato gettito previsti per il 2020, riuscire a mettere in campo una manovra di tale portata – ha spiegato il presidente – sia davvero molto importante.

Di questi 445 milioni – ha poi precisato – 260 saranno destinati a sostenere lavori pubblici e il settore dell’edilizia, con l’intento di finanziare in prevalenza opere immediatamente cantierabili, che possano dunque in breve tempo essere appaltate. Se poi il Governo, con il quale sono in corso trattative – ha precisato Fugatti – dovesse aumentare la quota riservata alle Regioni a Statuto speciale e alle Provincie autonome, allora le cifre potrebbero cambiare in positivo”.

Le risorse dell’assestamento, che serviranno per portare in equilibrio il bilancio, provengono dall’avanzo di amministrazione derivante dal rendiconto 2019, pari a circa 200 milioni di euro, dai trasferimenti statali a salvaguardia dell’equilibrio di bilancio, stimati ad oggi in 138 milioni di euro, da investimenti a debito per circa 165 milioni di euro, da un incremento delle risorse messe a disposizione dalla Regione, pari a circa 60 milioni di euro e da un ulteriore orientamento di risorse già allocate sul bilancio provinciale.

Oltre agli investimenti per le opere pubbliche, l’assestamento servirà anche per integrare le risorse per i fabbisogni ordinari nei diversi settori del bilancio provinciale, per dare sostegno all’economia con misure che incidono sul lavoro e sulla capacità di spesa delle famiglie, per la riapertura in sicurezza a settembre delle scuole e a garanzia dei servizi connessi all’emergenza COVID 19 per il settore sanitario.

Fra le misure a sostegno dell’occupazione, come ha spiegato l’assessore Spinelli, si prevede l’assegnazione di contributi per salvaguardare nella stagione estiva 2020 le assunzioni di personale nei settori legati al turismo e per incentivare le assunzioni di personale a tempo indeterminato che presentino specifici requisiti. Per tale misura sono stanziati, complessivamente, 15 milioni di euro. Mentre per rilanciare il settore della cooperazione, come ha precisato il vicepresidente Tonina, è prevista un’integrazione, di circa 10 milioni, del Fondo partecipativo gestito da Promocoop, il quale potrà sostenere nuove progettualità di sviluppo proposte dalle cooperative.