News immediate,
non mediate!

PROVINCIA AUTONOMA BOLZANO * CRESCE LA PRESENZA DEL LUPO: « NEL 2018 AVVISTATI 13 ESEMPLARI IN ALTO ADIGE, ECCO LA MAPPA AGGIORNATA »

Scritto da
13:59 - 2/04/2019

Cresce la presenza del lupo, online la cartina aggiornata. Nel 2018 avvistati 13 esemplari in Alto Adige. L’Ufficio caccia e pesca raccoglie segnalazioni e le mette a disposizione online.

Dal 2010 le apparizioni del lupo in Alto Adige si fanno sempre più frequenti. Ormai non si tratta più di episodi: solo nel 2018 13 diversi individui hanno calpestato il suolo altoatesino, tutti geneticamente individuati (per confronto, nel 2017 erano stati 6). Al confine con il Trentino vivono due branchi (Val di Non, Val di Fassa). Dai numerosi branchi che vivono nelle regioni limitrofe è da attendersi una sempre maggiore immigrazione di giovani lupi in dispersione, ovvero in cerca di nuovi territori. I lupi infatti vivono in branco, una comunità familiare con una precisa gerarchia interna. Normalmente ne fanno parte la coppia alfa ed i cuccioli. A partire dalla primavera i lupi che hanno raggiunto la maturità sessuale se ne vanno, compiendo percorsi a volte lunghi anche oltre mille km. Spesso si fermano par qualche tempo in un luogo per poi proseguire nel loro cammino alla ricerca di un nuovo territorio e di un nuovo partner con cui costituire un proprio branco.

L’anno scorso un lupo è improvvisamente comparso sul Renon, e dopo qualche tempo è stato ritrovato in Valsugana. La settimana scorsa due lupi sono stati osservati da più persone a Campo di Trens in Alta Val d’Isarco, hanno sbranato un capriolo e sono stati immortalati da una fototrappola. A fine febbraio un capriolo è stato sbranato a Rasun/Anterselva: vi è stato prelevato un campione di saliva, la cui successiva analisi genetica ha dimostrato, è notizia di oggi, essersi trattato di un lupo. Quanto sopra dimostra che i lupi possono improvvisamente farsi vivi dappertutto, in Alto Adige; mentre è impossibile prevedere se, dove e quando decideranno di fermarsi stabilmente in un luogo. Avvistamenti o informazioni possono essere trasmessi, meglio se con sollecitudine, all’Ufficio caccia e pesca. Nella Homepage dell’Ufficio caccia e pesca, nella rubrica “Aggiornamento sulla presenza di orso e lupo”, viene continuamente aggiornato l’elenco delle segnalazioni accertate della presenza dei grandi predatori.

 

*

La mappa mostra la distribuzione dei lupi in Alto Adige e nelle aree confinanti. Sulla base dei risultati delle analisi genetiche, nel 2017 sono stati identificati sei diversi individui. Altri individui invece sono stati accertati indirettamente, come uno o due esemplari in dispersione nell’area di Tubre in Val Monastero. In val d’Ultimo è stato nuovamente rilevato il maschio WBS-M1, la cui dinamica di migrazione viene tracciata dalla provincia di Brescia via Trentino fino in Alto Adige. Questo lupo è stato presente nei mesi estivi nell’alta valle di val di Chiesa e si è reso responsabile di una serie di predazioni a discapito del bestiame presente nell’alpeggio.

Nell’area dell’alta Val di Non-Deutschnonsberg nel 2017 è stato confermato il successo riproduttivo della coppia presente da alcuni anni e costituita da M41 (maschio) e WBZ-F1 (lupo femmina). Il branco, composto attualmente da tre animali, occupa un’area transfrontaliera. Sull’Alpe di Siusi e in Alta Badia sono stati rilevati i seguenti animali: la lupa VR-F13 e il maschio WBZ-M001. Questi individui costituiscono la coppia alfa del branco dell’adiacente area Val di Fassa – Arabba – Badia. Entrambi gli animali provengono dal branco della Lessinia. Una particolarità è stata osservata nella lupa identificata nel comune di Nova Ponente, poiché è risultato che questo individuo sia di origine Europea e non italica, più probabilmente arriva dalla popolazione Dinarica. Questa femmina costituire essere parte della coppia che gravita nella zona della Val di Fiemme-bassa Val di Fassa.
Nel corso del 2018, potranno pervenire ulteriori accertamenti della presenza della specie sul territorio provinciale a seguito delle analisi genetiche attualmente ancora in corso. Va inoltre segnala la presenza di un individuo singolo nell’area del Renon, Lana e Val Senales.
I danni da lupo risarciti nel 2017 nel complesso ammontano a € 9.680,00.

 

 

Categorie Articolo:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.