VIDEONEWS & sponsored

(in )

PROVINCIA AUTONOMA BOLZANO * COVID: « 900 TEST NASALI AL GIORNO PER I DIPENDENTI PROVINCIALI, DA DOMANI A BOLZANO NEL TENDONE IN PIAZZA MAGNAGO (DALLE 8 ALLE 17) »

Test nasali per i dipendenti provinciali. Da domani tendone in piazza Magnago, a Bolzano. Aperto dalle 8 alle 17, potranno essere eseguiti sino a 900 test al giorno.

Lavori in corso, in queste ore, in piazza Magnago a Bolzano. Azienda sanitaria, Croce bianca, Croce rossa, Protezione civile e Vigili del fuoco volontari sono all’opera per installare un tendone che, a partire da domani (15 aprile), consentirà a circa 2.600 collaboratrici e collaboratori dell’amministrazione provinciale con sede di lavoro nel capoluogo di eseguire gratuitamente i test nasali. “Si tratta di un nuovo step in questa seconda fase della nostra strategia per il contenimento dei contagi da Covid-19 – sottolinea l’assessore alla salute Thomas Widmann – una strategia che, soprattutto in vista di possibili riaperture, punta con forza sui test a tappeto”. Secondo il presidente, Arno Kompatscher, “la combinazione fra monitoraggio costante della situazione tramite i test, e prosecuzione della campagna vaccinale, può consentirci di tenere sotto controllo la situazione epidemiologica. Mi auguro che, così come già sperimentato nelle scuole, vi sia una grande adesione a questo pre-screening”.

La struttura, all’interno della quale sarà presente personale sanitario affiancato da collaboratori dell’amministrazione provinciale, sarà inizialmente aperta domani e venerdì, dalle ore 8 alle ore 17, e poi proseguirà la propria attività a partire da lunedì della prossima settimana. Avrà una capacità di circa 100 test all’ora, e dunque il pre-screening potrà riguardare fino a 900 persone al giorno. Il direttore generale, Alexander Steiner, precisa che “non si tratta di una corsia preferenziale per i dipendenti provinciali, ma di una sorta di prova per ottimizzare l’organizzazione degli altri punti di test che verranno allestiti nei prossimi giorni a Bolzano e nel resto dell’Alto Adige”. Il progetto, infatti, prevede la realizzazione di strutture simili non solo nel capoluogo, bensì su tutto il territorio provinciale, “dove le stazioni di test saranno installate grazie anche all’impegno della Protezione civile e di tutte le organizzazioni di volontariato che ne fanno parte”, conclude l’assessore competente Arnold Schuler.