VIDEONEWS & sponsored

(in )

PROVINCIA AUTONOMA BOLZANO * CORONAVIRUS: « NEL RISPETTO DEI DECRETI, DEFINITE NUOVE REGOLE PER L’ACCESSO AGLI UFFICI E SPORTELLI DELLE RIPARTIZIONI PROVINCIALI »

Coronavirus, limitati gli accessi agli uffici provinciali. Nel rispetto dei decreti, definite nuove regole per l’accesso agli uffici e agli sportelli di una serie di Ripartizioni provinciali.

A tutela della salute dei cittadini e dei dipendenti ed in attuazione delle disposizioni dei decreti governativi e delle ordinanze provinciali per il contenimento del contagio da Coronavirus (Covid-19) e delle linee guida approvate dall’assessora alla famiglia, Waltraud Deeg, l’accesso del pubblico agli uffici della Ripartizione edilizia agevolata, della Ripartizione politiche sociali, dell’Agenzia per lo sviluppo sociale ed economico e dell’Agenzia per la famiglia subisce delle variazioni. Annunciati anche cambiamenti negli orari degli sportelli delle Ripartizioni lavoro, natura, paesaggio e territorio ed agricoltura.

È garantita per tutti i servizi la reperibilità telefonica negli usuali orari di apertura degli sportelli e tramite posta elettronica. La Ripartizione edilizia abitativa ha anche potenziato l’offerta dei servizi via telefono e via email: non è necessario recarsi di persona presso gli uffici. Da subito, rimangono chiuse le sedi esterne degli uffici della ripartizione edilizia agevolata di Bressanone, Brunico, Merano e Silandro.

L’accesso a tutti gli uffici del Dipartimento nella sede di Bolzano, in via Canonico Michael Gamper, 1, è limitato ai soli casi strettamente necessari, concordati in anticipo tramite appuntamento telefonico e per i quali non è possibile una trattazione tramite telefono o email. L’accesso è comunque negato alle persone con sintomi da infezione respiratoria e febbre.

 

*

Questi i recapiti per le agevolazioni edilizie:

Informazioni sui requisiti personali, familiari, situazione economica e punteggio per l’ammissione alle agevolazioni nel settore dell’edilizia abitativa: 0471 418748; 0471 418740;
[email protected];
Informazioni tecniche sulle caratteristiche dell’abitazione per l’ammissione all’agevolazione: 0471 418778; 0471 418760;
Informazioni sulla documentazione necessaria per ottenere la liquidazione dell’agevolazione, dopo l’ammissione: 0471 418767; 0471 418776
[email protected];

Informazioni sul vincolo sociale e gestione del vincolo in corso di durata dello stesso:
0471 418710
[email protected];
Tutte le domande di contributo si possono inviare all’ufficio tramite posta o tramite email. Informazioni di dettaglio sulle modalità di invio sono fornite nelle pagine web dei rispettivi uffici.

Questi i recapiti peravere informazioni sulle prestazioni economiche

Informazioni sull assegno di cura)ed invalidi civili 0471 41 82 87
Informazioni sugli i assegni provinciali per il nucelo familiare e per i figli: 0471 41 83 03; 0471 41 83 11; 0471 41 83 09; 0471 41 83 14.
Gli orari d’ufficio per il pubblico presso gli uffici centrali e distrettuali della Ripartizione agricoltura saranno sospesi d’ora in poi fino al 5 aprile 2020. La maggior parte delle domande di contributo e delle modifiche delle schede LAFIS possono essere elaborate elettronicamente o per telefono. Per domande di contributo richieste (in particolare per l’assegnazione di carburante agricolo (UMA), iscrizioni/trasferimenti di macchine agricole, contributi per investimenti aziendali, assegnazioni per nuovi impianti in viticoltura), per le modifiche delle schede LAFIS, nonché per informazioni e richieste, è possibile contattare i seguenti servizi della Ripartizione agricoltura.

Domande per l’assegnazione di carburante agricolo (UMA), registrazioni/trasferimenti di macchine agricole:
Ufficio meccanizzazione agricola e produzione biologica, Tel. 0471/415186 – 0471/415187 – 0471/415188 – 0471/415189 – 0471/415190 – 0471/415191
Ufficio distrettuale a Silandro, Merano, Egna, Bressanone e Brunico

Modifiche e nuove registrazioni scheda LAFIS
Frutticoltura: Ufficio sistemi informativi agricoli (LAFIS), Tel. 0471/41504
Uffici distrettuali di Silandro, Merano, Egna e Bressanone
Viticoltura:
Ufficio frutti – viticoltura, Tel. 0471/415080
Uffici distrettuali a Silandro, Merano, Egna e Bressanone
Aziende ad indirizzo foraggero ed aziende ad indirizzo zootecnico:
la rispettiva stazione forestale competente
Manifestazioni d’interesse per l’assegnazione statale delle autorizzazioni di nuovi impianti viticoli:
Ufficio frutti – viticoltura, Tel. 0471/415080
Contributi per investimenti aziendali:
Investimenti edili:
Dipartimento per l’edilizia rurale, Tel. 0471/415150
Meccanizzazione interna ed esterna:
Ufficio meccanizzazione agricola e produzione biologica, Tel. 0471/415120
Apicoltura:
Ufficio zootecnia, Tel. 0471/415090
Uffici distrettuali di Silandro, Merano, Bressanone e Brunico
Contatti uffici distrettuali per l’agricoltura:

Silandro, Ufficio distrettuale Agricoltura Est, Tel. 0473/736140
Merano, Sede distaccata ufficio distrettuale per l’agricoltura Ovest, Tel. 0473/252240
Brunico, Ufficio distrettuale per l’agricoltura Est, Tel. 0474/582240
Bressanone, Sede distaccata ufficio distrettuale per l’agricoltura Est, Tel. 0472/821240
Egna, Sede distaccata della Rip. Agricoltura, Tel. 0471/824140 – 0471/824148

Contatti degli uffici centrali per l’agricoltura a Bolzano, Via Brennero, 6:

Direzione ripartizione agricoltura, Tel. 0471/415100
Ufficio zootecnia, Tel. 0471/415090
Ufficio frutti – viticoltura, Tel. 0471/415080
Ufficio proprietà coltivatrice, Tel. 0471/415030
Ufficio edilizia rurale, Tel. 0471/415150
Ufficio sistemi informativi agricoli (SIAF), Tel. 0471/415040
Ufficio fondi strutturali UE in agricoltura, Tel. 0471/415160
Ufficio meccanizzazione agricola e produzione biologica, Tel. 0471/415120

Per quanto riguarda la Ripartizione natura e paesaggio, sono chiusi gli uffici nei parchi naturali provinciali e nel parco nazionale dello Stelvio. Per informazioni contattare l’Ufficio natura (0471 41 7701) o l’Ufficio parco dello Stelvio (0473 83 04 30). Per quanto riguarda la ripartizione Beni culturali, da quando sono chiuse le scuole è chiuso anche l’Archivio provinciale.

L’Agenzia per gli appalti, infine, ha sospeso per il momento la possibilità per le imprese di assistere al momento di aperture delle buste delle gare.