Emergenza Covid - Trentino

Videointervista al Presidente dell'Ordine medici - dottor Marco Ioppi

Da lunedì 19 ottobre, le attività della scuola media “Ada Negri” di Bolzano sarà svolta attraverso la didattica digitale almeno fino al termine della prossima settimana, a seguito degli otto casi di positività al Covid-19 fatti registrare all’interno dell’istituto. La decisione di sospendere le lezioni in presenza è necessaria per salvaguardare sia la salute di tutti sia il diritto all’istruzione di alunni e alunne. Le autorità sanitarie, d’intesa con la Sovrintendenza scolastica e la direzione della scuola, ritengono che questa misura di prevenzione, insieme a uno screening diffuso (test antigenico) che verrà effettuato eventualmente a scuola, possa agevolare il ritorno a una situazione di normalità in sicurezza. La sospensione serve anche a consentire l’organizzazione e l’effettuazione dei test. Grazie all’esperienza e alle competenze maturate lo scorso anno scolastico, tutte le classi della scuola svolgeranno didattica a distanza.

Tre i positivi alla scuola elementare di San Giacomo. Presso la scuola elementare di San Giacomo, a seguito di tre casi di positività, saranno eseguiti dei test antigenici rapidi per Sars Cov-2 come ulteriore misura di prevenzione nei confronti degli alunni e del personale. Tutto ciò in accordo con la dirigente scolastica, la Sovrintendenza e la direzione del Dipartimento di Igiene e Sanità pubblici. Il test, che si esegue come un normale tampone naso-faringeo, verrà eseguito su base volontaria lunedì 19 ottobre presso la sede della scuola primaria di San Giacomo su 140 alunni. Un solo genitore accompagnerà il proprio figlio o la propria figlia e sarà presente durante la procedura. Le operazioni avranno luogo in un’aula appositamente individuata e saranno coordinate dal personale della scuola, che predisporrà una scansione oraria, comunicata alle famiglie, da rispettare.