Anticorruzione: nuovo software, procedure più semplici. Presentato ai dirigenti dell’amministrazione provinciale il nuovo software anticorruzione. Saranno più semplici le procedure per verificare il rispetto di norme e regolamenti.

Sarà più semplice e agevole eseguire i controlli anticorruzione all’interno dell’amministrazione provinciale. Tutto ciò grazie al nuovo software che mappa i processi che portano all’erogazione di contributi e alla stipula di contratti, presentato questa mattina (18 aprile) nel cortile interno di Palazzo Widmann ai direttori di Dipartimento e di Ripartizione della Provincia di Bolzano. Grazie al nuovo programma informatico, infatti, per i dirigenti sarà più agevole mappare e rilevare i momenti a rischio, quelli cioè dove è maggiore la discrezionalitá dei funzionari, passaggio obbligatorio in base alla normativa nazionale anticorruzione. Il software, infatti, consente di abbattere il tradizionale scambio di mail con allegate tabelle excel, dato che le strutture amministrative potranno operare direttamente sul programma informatico.

“Si tratta di un passo in avanti importante – sottolinea il responsabile anticorruzione e trasparenza, Eros Magnago – non solo per adempiere ad un obbligo di legge, ma anche per conoscere meglio i nostri procedimenti amministrativi e migliorarli dove si rivela opportuno. Il tutto limitando l’aggravio dei carichi di lavoro grazie alle potenzialità del nuovo programma informatico”. Presso la Segreteria generale, lo staff anticorruzione e trasparenza, insediato presso la segreteria generale e guidato da Andrea Tezzele, verificherà i dati e rimarrà a disposizione dei funzionari provinciali per fornire consulenza e supporto.