VIDEONEWS & sponsored

(in )

PROCURA GENERALE REPUBBLICA – TRENTO * MISURE ORGANIZZATIVE – FASE 2: « DA MARTEDÌ 12 MAGGIO AL VIA LA RIPRESA DELL’ATTIVITÀ NEGLI UFFICI GIUDIZIARI DEL TN-AA »

Misure organizzative per la ripresa dell’attività negli uffici giudiziari del Trentino Alto Adige/Südtirol.

Da martedì 12 maggio la Giustizia entra nella fase 2; da tale data è prevista una graduale ripresa, ma lo svolgimento di ogni attività, così come l’accesso ai servizi e il rilascio di certificazioni e copie di atti sarà soggetto a speciali regole, a limitazioni di orario e ad un ampio ricorso alle comunicazioni telematiche e ai collegamenti da remoto anche per i processi.

Le nuove regole sono state adottate dai Capi degli uffici giudiziari del Trentino Alto Adige dopo avere sentito l’Avvocatura e le Autorità sanitarie, come previsto dalla normativa nazionale.

La platea degli interessati è molto ampia, perché le misure di organizzazione che regoleranno l’attività degli uffici dal 12 maggio al 31 luglio, interessano i magistrati, il personale degli uffici e gli avvocati, ma riguardano anche i cittadini e le numerose imprese che provvedono ogni giorno alla fornitura di beni e servizi nelle diverse sedi del territorio regionale.

Nel civile la ripresa coinvolge la giustizia minorile, ma anche i procedimenti in materia di tutela e amministrazione di sostegno, quelli di separazione e divorzio e in generale le cause che presentano carattere di urgenza; tutte le udienze, però, dovranno svolgersi con collegamenti da remoto e nei casi eccezionali in cui ciò non sia possibile si svolgeranno a porte chiuse.

Videoconferenze anche nel penale, con alcune eccezioni nelle quali, anche in questo settore, l’udienza si svolgerà senza la partecipazione del pubblico; ampio ricorso ai collegamenti da remoto è previsto pure per le indagini delle Procure e quando non sia possibile gli atti non urgenti per i quali è necessaria la presenza fisica di parti, consulenti o persone informate sui fatti dovranno essere rinviati.

L’ingresso nelle sedi giudiziarie sarà consentito solo su appuntamento da richiedere ad un call center centralizzato, le visite avverranno ad orari distanziati e tutti gli accessi saranno contingentati per evitare assembramenti all’interno; sospesi tutti i lavori e le forniture non urgenti e previsto sempre il controllo della temperatura.

L’obiettivo, sottolineano il Presidente della Corte d’Appello Gloria Servetti e il Procuratore Generale Giovanni Ilarda, è stato quello di consentire una graduale ripresa, ritenendola indispensabile per le parti, i professionisti, la sicurezza sociale e l’intero sistema economico e produttivo, ma senza per questo abbassare l’attenzione e il livello degli accorgimenti che sono stati sino ad ora adottati per ridurre il rischio di

Il testo integrale delle misure organizzative sarà pubblicato sui siti internet degli uffici giudiziari ed è già consultabile dall’home page del sito internet dalla Procura Generale della Repubblica (procuragenerale.trento.it).

Il Responsabile del Sevizio Cerimoniale e Comunicazione della Procura Generale della Repubblica.

 

Foto: archivio Opinione

 

[pdf-embedder url=”https://www.agenziagiornalisticaopinione.it/wp-content/uploads/2020/05/Diramazione-misure-organizzative.pdf” title=”Diramazione misure organizzative”]