VIDEONEWS & sponsored

(in )

PRO VITA E FAMIGLIA * 43ESIMA GIORNATA DELLA VITA: BRANDI, « IL 7 FEBBRAIO A ROMA E SUL TERRITORIO NAZIONALE MAXI MANIFESTI PER RICORDARE UN DIRITTO SEMPRE PIÙ NEGATO »

Viva i bambini, le vite nascenti e ognuno di noi, a cui la mamma ha dato la vita! Perché le donne meritano di più dell’aborto. Le donne si meritano una politica che davvero si occupi di loro e delle future generazioni”: è la nota di Pro Vita & Famiglia che per la 43esima Giornata della Vita, che quest’anno si festeggia domani 7 febbraio, ha affisso maxi manifesti sul diritto alla Vita a Roma e sul territorio nazionale.

“Come ha detto bene il Papa, in una recente lettera autografa, ‘è bene porsi due domande: per risolvere un problema, è giusto eliminare una vita umana? Ed è giusto assumere un killer?’” ha continuato il vice presidente della onlus Jacopo Coghe.

“In questa giornata vogliamo ricordare le opere e le attività di molte realtà presenti sul territorio italiano, dall’associazionismo fino alle Culle per la Vita disseminate in tutta Italia.

Solo se siamo consapevoli e riconoscenti della porta che ci è stata aperta, potremo aprire la porta agli altri!” ha continuato Toni Brandi, presidente di Pv&F.

“Oggi, Cirinnà, Boldrini e molte femministe ci vogliono convincere che un dibattito “progressista” sia solo su quali mezzi utilizzare per sopprimere una vita. In realtà, manca un dibattito pacato e serio su questo tema perché le TV e i mass media considerano l’aborto un dogma.

Noi crediamo che l’aborto sia il peggiore degli omicidi perché perpetrato contro il più indifeso e fragile degli esseri umani: il bambino nel grembo della madre. Non esiste forse un diritto universale alla Vita? Tutte le leggi dovrebbero proteggere e promuovere questo diritto e, in questo senso, la nostra Costituzione costituisce il fondamento della tutela della dignità umana” ha concluso la nota.