Gli ex Sindaci del Trentino, del Friuli Venezia Giulia e della Valle D’Aosta alla scoperta di Pieve Tesino.  Il Presidente Paccher ricorda a Casa De Gasperi la figura dello Statista trentino

I direttivi delle Associazioni ex sindaci del Trentino-Alto Adige, del Friuli Venezia Giulia e della Valle D’Aosta si sono recati in visita a Pieve Tesino dove, accolti dal Presidente del Consiglio regionale, Roberto Paccher, dal Sindaco di Pieve, Carola Gioseffi, dall’Assessore della Comunitá, Enrico Lenzi, e dal direttore della Fondazione Alcide De Gasperi, Marco Odorizzi, hanno visitato la Casa Museo del grande statista trentino e il Museo Per Via.

“L’eredità di De Gasperi – ha ricordato il Presidente Paccher – è un patrimonio che non appartiene solo a noi trentini, ma a tutta Italia e all’Europa”. Il Presidente Paccher ha posto particolare accento sull’importanza dell’Autonomia, un valore che accomuna le tre Regioni, e sulla storia dello stesso De Gasperi, ricordando ai Sindaci come lo stesso Alcide, prima di diventare parlamentare a Vienna, ebbe una breve ma significativa esperienza all’interno del Consiglio comunale di Trento.

“Gli amministratori comunali – ha detto Paccher – sono i primi interlocutori dei cittadini, sono coloro che raccolgono le istanze e devono trovare le soluzioni”. Paccher ha quindi ringraziato tutti loro per l’impegno per la propria comunità, quello del passato come Sindaci e quello di oggi: “Essere un sindaco significa avere a cuore la propria comunità e il fatto che voi continuiate, con la vostra presenza e la vostra esperienza, ad essere presenti giorno, ha un valore inestimabile”.

I rappresentati delle Associazioni Ex Sindaci hanno quindi avuto modo di visitare la Casa dove nacque Alcide De Gasperi nel 1881, sede di un prezioso Museo e scoprire poi l’epopea degli ambulanti che dal tesino si spostarono in tutta Europa”.