VIDEONEWS & sponsored

(in )

PRESIDENZA CONSIGLIO PROVINCIALE TRENTO * LAVORI IN VIDEOCONFERENZA: KASWALDER, « CHE SI DOVRANNO METTERE A PUNTO ACCORGIMENTI, QUALI UTILIZZO DI MICROFONI E APP CONCILIUM »

Lo sforzo per attrezzare rapidamente il Consiglio provinciale e rendere possibili le sedute in videoconferenza è stato fortemente voluto dai capigruppo e dai consiglieri in piena fase di lockdown. La Presidenza si è immediatamente attivata e la struttura di palazzo Trentini ha svolto un lavoro non banale e anzi prolungato e impegnativo per risolvere tutti i comprensibili problemi tecnici e operativi.

Con la massima celerità si è pervenuti alla necessaria modifica regolamentare, all’approntamento della piattaforma software dedicata, al test pratico del mese scorso.

Tutto questo lavoro “dietro le quinte” ha reso possibile celebrare ieri la prima seduta on line della storia della nostra assemblea legislativa provinciale. Sarebbe ingeneroso non cogliere la positività di questo traguardo, che d’ora in poi permetterà al Consiglio provinciale di operare, dibattere, votare e legiferare anche nell’eventualità di gravi emergenze, tali da impedire o sconsigliare lo svolgimento di sedute in presenza.

Nelle ore successive alla lunga seduta di ieri, ci sono state dichiarazioni e articoli di stampa che hanno enfatizzato le comprensibili criticità tecniche emerse al debutto del nuovo sistema informatico. Quest’ultimo ha in realtà dimostrato di svolgere egregiamente la propria funzione, mentre è chiaro che si dovranno mettere a punto alcuni accorgimenti da parte degli utenti: utilizzo di microfoni all’altezza della situazione, corretto utilizzo della app Concilium per iscriversi a parlare, dimestichezza con l’attivazione di microfono e webcam. Nulla che non possa essere risolto “a regime”.

Con ciò mi associo senz’altro a quanti osservano che il valore della seduta in presenza fisica dei consiglieri eletti rimane assoluto. Si tratta di un irrinunciabile rito millenario, che ci ha insegnato per prima la democrazia ateniese.

 

*

Walter Kaswalder

Il presidente del Consiglio provinciale di Trento