La Presidenza del Consiglio provinciale ha ricevuto oggi pomeriggio la visita di Diego Vianello, governatore del Distretto 2060 del Rotary International. Il coordinatore triveneto dei club è stato ricevuto a palazzo Trentini dal presidente Walter Kaswalder ed è arrivato in via Manci assieme all’assistente Marina Preti, al presidente del Rotary di Trento Disma Pizzini, alla presidente del club Trentino Nord, Barbara Fedrizzi, infine alla past-president dell’Inner Wheel Trento Castello, Caterina Lucia Vinante. Quest’ultima ha interagito con la Presidenza del Consiglio provinciale per la realizzazione della mostra d’arte tuttora aperta al pubblico (fino al 31 luglio) nelle sale espositive della sede istituzionale.

Vianello è stato dunque accompagnato lungo il percorso che espone “a specchio” le opere astratte di Roberto Codroico – presente all’incontro di oggi – e quelle figurative del venostano Robert Scherer, cui nel 2016 fu assegnato il Premio Rotary Trentino Alto Adige, tra l’altro su proposta proprio di Codroico.

Tra Vianello – veneziano – e Kaswalder c’è stato un ampio scambio di vedute su temi come l’autonomia, l’Europa delle regioni, il quadro finanziario delle autonomie speciali, la difficilissima contingenza economica in tempo di Covid-19. E’ stato ricordato il gemellaggio che dal 1963 viene rinnovato ogni anno dai Rotary Club di Innsbruck e di Trento: a siglarlo furono i due presidenti di allora, Antonio Venzo e Tita von Trentini. Discendente, quest’ultimo, di quel Pietro Saverio Trentini, che attorno al 1740 acquistò “nella via Lunga” due case, poi trasformate una decina di anni dopo nella splendida dimora, oggi sede di rappresentanza dell’assemblea legislativa provinciale.