PROVINCIA DI TRENTO

Giornata dell'Autonomia 2019 - video integrale tv -

Il presidente del Consiglio provinciale, Walter Kaswalder, è intervenuto oggi pomeriggio all’apertura del convegno organizzato dall’associazione Transdolomites e ospitato a palazzo Trentini. L’incontro è stato dedicato alla figura storica di Paolo Oss Mazzurana (1833-1895), imprenditore illuminato, podestà di Trento, politico liberale, propugnatore delle tecnologie più avanzate del tempo in campo idroelettrico e nel campo dei trasporti su rotaia.

 

 

Kaswalder ha speso parole di convinto entusiasmo per la prospettiva di un rilancio dell’opzione ferroviaria, come soluzione per la mobilità futura nelle nostre valli e nelle Alpi. Ha rievocato l’epoca di linee come la Ora-Predazzo, la Mori-Arco-Riva, la Schio-Asiago, che furono tutte dismesse per fare posto all’opzione del trasporto su gomma. Oggi – ha detto – si paga per quella scelta. E anche nel momento in cui dovremmo avercela fatta sul fronte della gestione in-house di Autobrennero, io credo occorra ragionare su un sistema più articolato di collegamenti.

Il presidente è stato concreto: già alla Giunta del Gect Euregio della prossima settimana a Fortezza – e poi in funzione del Dreier Landtag di ottobre a Merano – intende porre il tema, pensare a una mozione, proporre un’alleanza Trento-Bolzano-Innsbruck attorno a un sogno che si attaglia benissimo alla dimensione transfrontaliera.
“L’Euregio ha un bilancio da 3 milioni di euro e si occupa ordinariamente di mobilità – ha aggiunto – per cui credo sia la sede giusta per avviare in quella sede un ragionamento. Penso all’elettrificazione della tratta ferroviaria Bassano-Trento, sogno che dal Veneto la strada ferrata possa connettersi alla Bolzano-Malles e di qui proseguire con un futuro tunnel nell’Engadina, per raggiungere infine Zurigo. Penso anche a una riproposizione della Mar e ai benefici di un collegamento diretto in treno Merano-Riva del Garda”.

L’organizzatore del convegno odierno, Massimo Girardi, ha ringraziato Kaswalder, ricordando che Transdolomites guarda da sempre alla prospettiva dell’Euregio.
L’associazione domani sarà impegnata a Cavalese in un importante incontro tecnico per il perfezionamento del progetto di ferrovia nelle Valli dell’Avisio. Per l’autunno si dovrebbe poi concretizzare un nuovo convegno, da realizzare assieme alla Camera di commercio di Bolzano. C’è in ballo infine uno studio costi/benefici sulla ferrovia in valle di Fiemme, che sarà affidato a esperti neutrali di Zurigo.

Oggi intanto l’approfondimento di stampo storico-culturale, con i relatori Roberto Bazzanella, Davide Allegri, Alberto Sommadossi, Daniele Cappelletti e Mauro Marcantoni.