The White House

President Trump at The World Economic Forum: America Is Winning Again

In San Pietro celebrata dal Vescovo di Trento Tisi e l’udienza di Francesco. Anche Kaswalder a Roma per consegnare al papa il presepe di Scurelle

Il presidente del Consiglio con i Sindaci, il Vescovo e le altre autorità provinciali in Sala Nervi. Anche Kaswalder a Roma per consegnare al papa il presepe di Scurelle

Il presidente del Consiglio, Walter Kaswalder, ha partecipato oggi all’udienza con Papa Francesco nella sala Nervi del Vaticano e alla cerimonia di consegna del presepe, realizzato dai volontari del Gruppo amici del presepio di Scurelle. Un’opera collettiva (ci lavorano per tutto l’anno una settantina di persone del comune della Valsugana) nata 21 anni fa e che è negli anni cresciuta fino a diventare un tratto distintivo della comunità. Presepe che quest’anno ha espresso, tra le tante che incarna la tradizionale rappresentazione della nascita di Gesù, una testimonianza in più: la rinascita del nostro territorio dopo la tempesta Vaia.

La consegna del presepe al Vaticano, l’udienza in sala Nervi, che è stata preceduta dalla messa in San Pietro celebrata da mons. Lauro Tisi e accompagnata dalle voci del Coro Lagorai di Torcegno, hanno visto una folta delegazione di trentini, circa 700, in particolare rappresentanti del mondo del volontariato. Agli incontri in Vaticano hanno preso parte, oltre al presidente Kaswalder, anche il presidente del Consiglio regionale, Roberto Paccher, quello della Giunta, Maurizio Fugatti, gli assessori Stefania Segnana e Mirko Bisesti. Folta anche la delegazione di amministratori della Valsugana con il presidente della Comunità di valle, Attilio Pedenzini, il sindaco di Scurelle, Fulvio Ropelato e altri tre primi cittadini della valle.