Da tempo erano giunte segnalazioni all’Amministrazione Comunale di Bleggio Superiore ed alla Polizia Locale ed in merito al reiterato furto di fiori e piccoli danneggiamenti dalle lapidi.

Questi gesti odiosi che danno fastidio a chi si reca in visita ai defunti avvengono nei vari cimiteri della zona, ma in particolare in quello di Santa Croce di Bleggio.

Gli agenti della Polizia Locale delle Giudicarie, visto il ripetersi del reato, hanno avviato le indagini per risalire all’autore dei fatti, grazie all’ausilio di alcune fototrappole per poter monitorare i cimiteri.

Ora sono al vaglio degli operatori centinaia di fotogrammi, una volta identificato, il colpevole dovrà rispondere di «furto aggravato su cose esposte alla pubblica fede» e “vilipendio di tombe”, reati per i quali le pene sono particolarmente severe.

Proprio l’anno scorso in questo periodo la Polizia Locale delle Giudicarie aveva deferito alla Procura della Repubblica due donne che, a Tione e a Porte di Rendena, avevano commesso reati della medesima tipologia.