START UP TRENTINO: INDAGINE CONTRIBUTI COMUNITARI PAT

Intervista Procuratore regionale Corte Conti dottor Marcovalerio Pozzato

La Polizia di Stato di Ragusa ha eseguito 2 misure cautelari degli arresti domiciliari disposte dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Ragusa, su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti di due maestre, per maltrattamenti ai danni di bambini, a loro affidati, di una scuola materna di Vittoria (RG).

Le indagini, immediatamente avviate dai poliziotti della Squadra Mobile, a seguito di una segnalazione ricevuta, hanno permesso di verificare, sin da subito le gratuite ed inaudite violenze fisiche e verbali ai danni dei bambini.

Quotidianamente e senza alcun motivo le donne insultavano, umiliavano, spintonavano, strattonavano e percuotevano le povere vittime indifese che ormai, impietrite, sottostavano ai continui maltrattamenti e vessazioni, senza reagire e senza potere, data la tenerissima età, neanche raccontare le angherie subite ai genitori.

I maltrattamenti sono stati tutti videoregistrati, pertanto, in base agli elementi raccolti nel corso dell’attività d’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Ragusa, è stata richiesta ed ottenuta l’applicazione della misura cautelare a carico delle indagate.

La presente attività testimonia l’impegno e l’attenzione nei confronti dei più deboli, in particolare dei bambini, spesso vittime silenti di ignobili crimini commessi da adulti, che rischiano di segnare irrimediabilmente lo sviluppo psicofisico di quelli che saranno gli adulti del domani.