PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

"Il Trentino news" (puntata n° 9)

La Polizia di Stato di Potenza, coordinata dalla Procura della Repubblica, ha disarticolato un’associazione per delinquere finalizzata all’intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. L’indagine, condotta dai poliziotti della Squadra Mobile, ha permesso di accertare l’esistenza del fenomeno del c.d. “caporalato” anche nella provincia di Potenza e ha visto coinvolte numerose persone.

L’associazione operava nei comuni di Lavello, Venosa, Montemilone, Maschito, Palazzo San Gervasio e Banzi, tutti centri interessati dalla raccolta di frutta e pomodoro da parte di cittadini extracomunitari di origine magrebina e dell’Africa Subhariana.

I dettagli saranno forniti nel corso della conferenza stampa che si terrà alla Procura di Potenza, alle ore 12, alla presenza del Procuratore della Repubblica, dr. Francesco Curcio.