VIDEONEWS & sponsored

(in )

PICCOLI MUSEI * A TRENTO L’OSSERVATORIO ITALIANO PER MONITORARE LE ATTIVITÀ NAZIONALI DEGLI 8 MILA SPAZI ESPOSITIVI

Nascerà a Trento l’Osservatorio italiano dei Piccoli musei. Lo ha detto il presidente dell’Associazione nazionale dei piccoli musei, dott. Giancarlo Dall’Ara, aprendo, oggi a Rovereto, la nona edizione del convegno nazionale dei Piccoli musei.

L’Osservatorio avrà lo scopo di monitorare la realtà dei Piccoli musei, raccogliendone esigenze e d indicazioni preziose da tradursi poi nello sviluppo e nella gestione dei musei stessi.

La proposta – già apprezzata dall’assessore provinciale alla cultura Tiziano Mellarini – verrà strutturata e concretizzata nelle prossime settimane.

Quella dei Piccoli musei è una realtà in movimento e in evoluzione. Secondo dati attendibili del ministero competente i Piccoli musei in Italia sono non meno di 8 mila. Si tratta di realtà di non grandi dimensioni ma in ogni caso di grande significato e di contenuti originali, gestiti per lo più da associazioni di volontariato. Quasi il 40 per cento dei piccoli musei conta su spazi espositivi che vanno dai 200 ai 500 metri quadrati.

Sono piccoli musei che si allacciano all’identità ed alle caratteristiche del territorio (pensiamo ad esempio al Museo della bora di Trieste) e che contribuiscono ad arricchire l’offerta culturale ed anche turistica delle rispettive zona. Sono piccoli musei che raggiungono anche cifre interessanti per quanto riguarda i visitatori.

Il 10 per cento dei piccoli musei registra mediamente flussi superiori ai 10 mila visitatori. Ci sono anche realtà che superano i 50 mila visitatori all’anno. In tutte le regioni il trend di visite è in aumento.

Come ha ricordato anche il dott. Claudio Martinelli, dirigente dell’assessorato provinciale alla cultura portando il saluto dell’assessore Mellarini, in Trentino i piccoli musei sono circa un centinaio e quindi rappresentano un patrimonio di tutto rispetto.

Il dott. Martinelli ha espresso compiacimento per l’attività dell’Associazione, augurandosi che il lavoro possa proseguire in Trentino sia con l’istituzione di un Club di prodotto e con l’apertura di un Osservatorio quale finestra privilegiata sul mondo museale italiano.

I lavori del convegno, al quale partecipano oltre 150 direttori di piccoli musei provenienti da tutta Italia, proseguirà anche nella giornata di domani.